Error message

Il file non può essere creato.

Altan e Katariina Lillqvist ospiti del Piccolo Festival dell’animazione al Visionario di Udine

ConSequenza
UDINE - Martedì 15 dicembre 2009 si svolgerà la seconda giornata della kermesse cinematografica del Piccolo festival dell’animazione II edizione.
Anche la giornata di domani martedì 15 dicembre si presenta ricca di imperdibili appuntamenti all’insegna dell’arte del disegno animato. Primo fra tutti, l’incontro con gli autori che si svolgerà alle ore 18.30 al Caffè del Visionario e che vedrà come protagonisti: il grande Francesco Tullio Altan, creatore della Pimpa ma anche fumettista e autore satirico, interprete di un’esperienza artistica iniziata negli anni Settanta; Michele Bernardi, storico animatore della Pimpa e della Linea di Cavandoli e autore di straordinarie animazioni per videoclip (di Bernardi, verrà presentato il film Senza testa domani martedì 15 nella sezione animAZIONE 03); Katariina Lillqvist, artista finnica di film d’animazione più conosciuta a livello internazionale, vincitrice di numerosi premi tra cui l’Orso d’Argento a Berlino per Maalaislääkäri (Il dottore di campagna) che verrà proiettato martedì alle ore 17.00 e, a completare il gruppo di autori Igor Prassel, direttore del festival Animateka (festival di Lubiana “gemellato” con il Piccolo festival dell’animazione).

Oltre al Caffè con gli autori, domani martedì 15 dicembre in programma alle 10.30 il matinée di animaKIDS (a ingresso gratuito). Il laboratorio didattico sarà condotto da Andrea Martignoni dell’associazione culturale OTTOmani. Esperto di paesaggi sonori e capace interprete del cinema d’animazione italiano, Martignoni realizza colonne sonore adattandole ai mondi fantastici creati attraverso disegni animati su carta. Nel corso dell’incontro verrà presentato un progetto didattico di musica-ambiente realizzato con un gruppo di studenti di Forlì, il film vincitore del concorso Viva i fumetti e una selezione di corti tra cui Maestro dell’ungherese Géza M.Toth e l’inglese Lost and found di Oliver Jeffer. Alle ore 16.00, il secondo appuntamento con l’omaggio al cinema del russo Aleksander Petrov e alle ore 17.00 il focus su Kateriina Lillqvist.  La serata di domani martedì 15 dicembre si aprirà alle ore 20.30 con la seconda sessione della retrospettiva animAZIONE 03. Il pubblico potrà votare scegliendo tra un folto gruppo di opere provenienti da tutta Europa (Spagna, Austria, Francia, Ungheria, Polonia e Italia). Alle ore 22.00 in Sala Astra chiuderà la giornata il lungometraggio australiano Mary and max, opera ricca di humour nero e poesia, firmata da Adam Eliott e in bilico tra Woody Allen e Tim Burton.

 

La partecipazione ai matinée di animaKIDS, i FILM CULT e gli incontri con gli autori sono a ingresso libero. Il costo del biglietto per animAZIONE 03 e per la proiezione serale delle ore 22.00 è di Euro 5,00.

 

 

 

IL PROGRAMMA DI DOMANI MARTEDÌ 15 DICEMBRE:

ore 10.30  animaKIDS
Laboratorio didattico su suono e immagini condotto da Andrea Martignoni


Frequenze animate#1. Esplorare e animare i suoni del territorio
Italia, 2007, 9’17’’
Realizzazione collettiva
Il film è il frutto dei laboratori di esplorazione del paesaggio sonoro e di animazione cinematografica condotti dall’associazione OTTOmani di Forlì.

Le peuple du son (tr. Il popolo del suono)
Belgio, 2008, 11’52’’
Film che ha il sapore della grafica delle avanguardie dada e surrealiste, mostra un pattern dalla forma circolare e strani personaggi animati da movimenti minimi e caricaturali.


Gerald Last Day
(tr. L’ultimo giorno di Gerald)
USA, 2009, 11'30''
Regia: Justin & Shel Rasch
Nato dall’osservazione della somiglianza tra gli animali e i loro padroni, il film è in stop motion ed è firmato da due autori esperti di modellazione in 3D.

 

Maestro
Ungheria, 2005, 5’
Regia/Soggetto: Géza M. Tóth
Creato in seno alla KEDD Animation Studio, team fondato da Géza M. Tóth, il film è costruito come un ingranaggio svizzero, e non si usa questa metafora a caso…

5
Italia, 2009, 2’
Realizzazione collettiva
Film vincitore della sezione Animazione del concorso per ragazzi Viva i Fumetti 09 promosso da Vivacomix e da Stripburger con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia. È il prodotto di un’attività didattica condotta dall’insegnante Fulvia Spizzo, con la classe II H della scuola Marconi di Udine.

Hudud
Un film realizzato da 12 giovani di Betlemme nel campo dei rifugiati di Deisheh
Belgio, 2008, 7’35’’
Animazione in cut-out per un film che combina le storie di due ragazzi palestinesi sullo sfondo di Betlemme, dove abitano e dove si levano mura di separazione per loro incomprensibili.


Radostki (tr. Piccole gioie)
Polonia, 2009,10'40''
Regia/Sceneggiatura/Progetto Plastico/Art Design: Magdalena Osi?ska
Opera sofisticata che combina il disegno animato con tecniche di computer graphic. È il lavoro di una studentessa della scuola PWSFTviT di Lodz, con lo studio Se-Ma-For.

Lost and Found
(tr. Perduto e trovato)
Inghilterra, 2008, 24’
dal libro omonimo di Oliver Jeffer
Regia/Sceneggiatura/Montaggio: Philip Hunt
“Cosa può fare un ragazzino quando un pinguino capita davanti alla sua porta? Cerca di capire da dove viene, di certo per riportarlo lì. Anche se questo significa andare fino al Polo Sud”. Questo scrive l’autore, Oliver Jeffers, del libro omonimo, base del film d’animazione realizzato dal regista insieme allo Studio AKA.

ore 16.00 FILM CULT
Moya lyubov (tr. Mio amore)
Russia, 2006, 26’35’’
dal racconto di Ivan Sergeyevich Shmelyov Istoriya lyubovnaya (tr. Una storia d’amore 1927)
Regia/Sceneggiatura/Animazione: Aleksander Petrov
Storia di un nascente amore in cui la fantasia trasfigura la realtà. La tecnica è quella della pittura su lastra di vetro che sorprende per l’incredibile brillantezza cromatica.

ore 17.00 FOCUS Katariina Lillqvist
Maalaislääkäri/The Country Doctor (tr.
Il dottore di campagna Maalaislääkäri)
Finska/Finland, 1996, 15'
È l’ultima parte della trilogia di Kafka realizzata dalla Lillqvist e basata su una delle storie più cupe dell’autore praghese. Si tratta di un racconto emotivo che raccoglie le testimonianze dei profughi della guerra dell’ex-Yugoslavia, in particolare degli abitanti di Sarajevo. L’atmosfera è carica di dettagli grotteschi, ma l’incubo della guerra si sente come reale.

Mire Bala Kale Hin/ Tales from the Endless Roads (tr. Storie dalla strada senza fine)
Finlandia, 2002, 8´
Primo di una serie di episodi che si ispirano a leggende e favole Rom e che vede come protagonista una famiglia in cammino con un carrozzone. Accompagnati dalla voce suadente della nonna sono ritratti i viaggi dall’India verso il lontano nord.

ore 18.30 Caffè con gli autori:
Francesco Tullio Altan è autore di fumetti, disegnatore, sceneggiatore e autore satirico. Vive ad Aquileia, paese di origine della sua famiglia.  All’inizio della sua carriera si è dedicato al cinema e alla televisione nel ruolo di scenografo e sceneggiatore. Nel 1970 si trasferisce a Rio de Janeiro, dove realizza il suo primo fumetto per bambini. Nel 1975, tornato in Italia, disegna la cagnolina Pimpa, uno dei suoi personaggi più riusciti e famosi, pubblicato inizialmente sul Corriere dei Piccoli e poi trasmesso come come cartone animato in TV, con la regia di Enzo d'Alò. La Pimpa ha raccolto nel tempo un grandissimo successo e le sue storie continuano ad essere disegnate da Altan nell’omonima rivista. Altan è autore di romanzi a fumetti storici come Cristoforo Colombo, Casanova e Franz (parodia della vita di San Francesco d'Assisi). Collabora con L’Espresso e con La Repubblica per il quale disegna vignette di satira politica.

Katarina Lillqvjst (Tampere, 1963) ha lavorato come film editor, sceneggiatrice, produttrice e regista per almeno 20 anni. Il suo lavoro si è rivolto soprattutto verso l’animazione con i puppet. Insieme ad altri professionisti finlandesi ha fondato nel 1998 una casa di produzione, Film Co-operative Camera Cagliostro. Katariina Lillqvist è, tra gli animatori finlandesi, la più conosciuta a livello internazionale. I suoi film hanno vinto numerosi premi, incluso l’Orso d’Argento a Berlino per Maalaislääkäri (Il dottore di campagna). Nel novembre 2006 ha ricevuto il più importante riconoscimento finnico alla carriera Finnish National Arts Award. Negli anni passati ha collaborato con artisti Cechi leggendari come gli animatori Vlasta Pospíšilová e Alfons Mensdorff-Pouilly e Ji?í Trnka. Durante gli anni ’90, Katariina Lillqvist ha creato la famosa trilogia di Kafka - Rider on the Bucket (Hiilisangolla ratsastaja, 1992),The Chamberstork (Kamarihaikara,1993) e The Country Doctor (1996). In Finlandia, il suo lavoro più noto è Uralin perhonen, sui fantasmi e i segreti della Guerra Civile Finlandese.

Michele Bernardi (1958) negli anni ’80 anima la Pimpa di Altan e la Linea di Cavandoli. Negli anni Novanta realizza sigle televisive in animazione (per TMC e Rai) e dal 2000 inizia la collaborazione con Davide Toffolo e I Tre Allegri Ragazzi Morti e altri artisti italiani per cui firma numerosi videoclip (Punkreas, 24 grana, Prozac+ e Ottohom). Fra il 2007 e il 2008 realizza due animazioni, tinnitus#1 e tinnitus#2 , che sono poi state integrate in un unico video musicale per il cantautore Le luci della centrale elettrica (vincitore del premio Tenco).

Igor Prassel (Capodistria, 1971) è stato per lungo tempo co-editor dell’unica rivista slovena di fumetti, Stripburger. Lavora come freelance animation film programmer per numerosi festival in Slovenia e all’estero e dal 2008 collabora con World Festival of Animated Films Animafest Zagreb. Nel 2004 ha fondato l’ International Animation Film Festival Animateka (www.animateka.si), di cui è direttore artistico.

ore 20.30  animAZIONE03
Percorso#0008-0209
Italia, 2009, 5’35’’
Autore: Igor Imhoff
Affascinante film che unisce  le diverse e sofisticate tecniche di elaborazione elettronica con una base “primitiva”: il disegno.

Homeland (tr. Patria)
Repubblica Ceca/Spagna, 2009, 6’25’’
Regia/Sceneggiatura/Animazione: Juan de Dios Marfil Atienza
Realizzato con disegni a china tracciati su carta da disegno porosa, racconta una storia surreale “appesa a un filo”. È il lavoro di un allievo della scuola di animazione di Praga, una delle più vecchie d’Europa.

Granica/Border (tr. Confine)
Austria, 2009, 6’
Regia/Sceneggiatura/Fotografia/Montaggio: Eni Brandner
Il film si concentra sulle inquadrature ravvicinate dei resti di case abbandonate dopo il conflitto dell’ex-Yugoslavia. Sono le case stesse che parlano attraverso i fori dei proiettili, i colpi di piccone, la desolazione dentro e fuori di esse.

 

Matopos
Francia, 2006, 11’ 22’’
Regia/Soggetto: Stéphanie Machuret
Film musicale che ritrae la robustezza di un germoglio agli attacchi del vento che prova continuamente a spezzarlo.

A sellö és a halá/The mermeid and the fisherman (tr. La sirena e il pescatore)
Ungheria, 2009,, 10’
Regia/Sceneggiatura/Animazione: Rofusz Kinga
Realizzato sulla base di un’animazione tradizionale, il disegno animato è una conseguenza dell'inclinazione dell'autore verso l’illustrazione e la grafica.

Radostki (tr. Piccole gioie)
Polonia, 2009, 35 mm,10'40''
Regia/Sceneggiatura/Progetto Plastico/Art Design: Magdalena Osi?ska

Opera sofisticata che combina il disegno animato con tecniche di computer graphic. È il lavoro di una studentessa della scuola PWSFTviT di Lodz, con lo studio Se-Ma-For.

Senza Testa
Italia, 2009, 4’ 51’’
Regia/Sceneggiatura/Animazione: Michele Bernardi
Il film ha come soggetto un eccentrico collezionista di teste.


Birth (tr. Nascita)
Italia/USA, 2009, 12’
Regia: Signe Baumane
Storia intima e centrata sulla psicologia femminile, racconta aspettative, angosce e  pensieri romantici di un’adolescente.

Guliver/Gulliver
Croazia, 2009,14’
Regia/Sceneggiatura: Zdenko BAŠI?
Ripresa della storia di Gulliver ma attualizzata stravolgendo la figura del protagonista, un gigante nella terra di Lilliput, vittima di se stesso e del suo superomismo. Rappresentazione della storia animata in 3D, con stile onirico e decadente.

ore 22.00

Lungometraggi
Mary and Max
Australia, 2009, 80’
Regia: Adam Eliott
Mary e Max vivono ai due lati opposti del mondo. Lei è una bambina australiana, timida, imbranata e con una madre alcolizzata, lui un ebreo quarantenne di New York, obeso e paranoico. In Australia ci sono i colori, in America è tutto in bianco e nero. Un giorno la piccola Mary apre a caso l'elenco telefonico di New York, copia un indirizzo e scrive una lettera. Max risponde: i due diventano amici di penna legati dalla passione per la cioccolata e i disegni animati. Ricco di humour nero e poesia. Tra Woody Allen e Tim Burton.

ll Piccolo festival dell’animazione è un’iniziativa del C.E.C., Centro Espressioni Cinematografiche e del Centro Arti Visive, in collaborazione con il festival Animateka di Lubiana, l’associazione Vivacomix, Martincigh e con il supporto della regione Friuli Venezia Giulia, del Comune di Udine e della banca Friuladria Crédit Agricole.