Cenerentola – Il Musical con Roberta Lanfranchi al Verdi di Gorizia

Musical
[img_assist|nid=26030|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]Gorizia (GO) - Mercoledì 6 gennaio alle 20.45, al Teatro "G. Verdi" di Gorizia, per il cartellone della Stagione teatrale 2009/2010, va in scena Cenerentola – Il Musical, con musiche di Richard Rodgers, su libretto di Oscar Hammerstein II e con traduzione, adattamento e regia di Massimo Romeo Piparo. Adattamento liriche di Francesca Nicotra e Emanuele Friello. Protagonisti dello spettacolo Roberta Lanfranchi, Antonio Cupo, Giulio Farnese, Giovanna D’Angi, Francesca Nerozzi, Manuele Tasciotti, Daniela Simula, Piero Di Blasio, Enrico Baroni, Silvia Canestrale, Maria Stefania Di Renzo, Rachele Pacifici, Elisabeta Pignataro, Christian Di Maio, Giovanni Fusco e Danilo Grano. Come spiega il regista Massimo Romeo Piparo, ciò che conta non è che il sogno si realizzi, ma cosa ne farai di quel sogno una volta che si è realizzato. In questa frase estratta dallo spettacolo si racchiude il senso di questa Cenerentola in musica. Sognare è la cosa che maggiormente accomuna le persone, è ciò che nessuno potrà mai toglierci né far pagare. Ognuno di noi ha un sogno da inseguire, magari per una vita intera, e un sogno a cui credere fortemente. Il mio sogno si è già realizzato e per questo mi considero una persona estremamente fortunata. Adesso mi posso solo impegnare affinché di questo sogno realizzato io possa farne tesoro ogni giorno, ogni minuto della mia vita.Il sogno del Teatro, con la maiuscola - prosegue Massimo Romeo Piparo - è un sogno che ormai ha il sapore dell’impossibile, dell’irrealizzabile per tante persone che ancora lo inseguono. Il sogno di un Teatro che ancora conservi la semplicità e la forza delle idee. Che si poggi su un meccanismo/gioco teatrale fatto di inventiva, di [img_assist|nid=26032|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=436]magia, di illusione. Perché… cos’altro è il Teatro se non la più bella delle illusioni? Pensate ai bambini, fonte inesauribile di creatività, semplicità, efficacia: sommersi da giochi elettronici, ritrovati della scienza informatica, velocissimi mezzi di comunicazione satellitare, sono pronti ad archiviarli e dimenticarseli nello spazio di qualche minuto. Ma quando si trovano davanti una bambola di pezza, un pinocchietto di legno o una cara vecchia favola… ne rimangono incantati per ore, per giorni, forse non se ne distaccano mai. Da questa mia personale osservazione della realtà attraverso l’insegnamento che ricevo quotidianamente dai miei tre splendidi nipotini è nata la voglia di realizzare una fiaba così amata come Cenerentola, senza l’aiuto di alcun mezzo tecnologico né il ricorso ad effetti speciali o elettronici. Affidando il racconto proprio ad una bambina dei giorni nostri che per una sera decide di leggersi da sola la propria personale favoletta e dalla sua immaginazione prendono corpo sogni e desideri a cui darà il proprio, desiderato finale. Un gioco teatrale, una continua illusione creativa che incanta i piccini e sorprende gli adulti, e ci fa sentire tutti uniti in un sogno che non ha età. Il sogno di vedere tutte le cenerentole del mondo trasformarsi in splendide principesse, tutti gli ultimi del mondo diventare primi o pari, tutte le ingiustizie del mondo riscattate da inoppugnabili verità. E citando ancora una volta un verso della favola: Si che si può! Trasformare la realtà.   Stagione Teatrale 2009-2010   Mercoledì 6 gennaio 2010, ore 20:45   Teatro Giuseppe Verdi, via Garibaldi, 2/a - GORIZIA   Cenerentola – Il Musical prima regionale   musiche di Richard Rodgerslibretto di Oscar Hammerstein IItraduzione e adattamento e regia Massimo Romeo Piparoadattamento liriche di Francesca Nicotra e Emanuele Friello. con Roberta Lanfranchi e Antonio Cupo costumi, maschere, elementi scenici Santuzza Calìdirezione musicale e orchestrazioni Emanuele Friellocoreografie Luciano Cannitoscene Marco Calzavaraeffetti magici Erix Loganluci Marco Policastrosuono Luca Finotti. Una produzione Planet Musical Info: tel. 0481383327 www1.comune.gorizia.it/teatrogv/