Certe notti: Aterballetto balla sulle note di Ligabue al Verdi di Padova per Prospettiva Danza Teatro 2010

Pas de deux
[img_assist|nid=28091|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]PADOVA  - Non poteva mancare un omaggio dedicato alla grande danza italiana all’interno di Potenza/Corpo, l’edizione 2010 della rassegna Prospettiva Danza Teatro. Il secondo appuntamento ospitato al Teatro Comunale Verdi di Padova è previsto per martedì 11 maggio alle 20.45 e vedrà in scena la Compagnia Aterballetto con lo spettacolo Certe Notti, su coreografie di Mauro Bigonzetti e musiche del cantautore italiano Luciano Ligabue.
L’incontro tra Luciano Ligabue e Mauro Bigonzetti, coreografo storico della compagnia emiliana, è stata una strana alchimia, nata quasi per caso dalla curiosità di questi due artisti di guardare l’uno dentro l’opera dell’altro, scoprendone i punti in comune e le diversità. Nasce così l’idea di mettere in scena, attraverso il corpo dei danzatori di una generazione completamente diversa, questo affascinante incontro fatto di parole e musica, da un lato, e movimento, dall’altro. Creato per festeggiare il trentennale della Fondazione Nazionale della Danza, Certe Notti riesce a far dialogare sulla scena forme artistiche diverse: dalla danza, alla musica, ai dialoghi tratti [img_assist|nid=28092|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=427]dal film Radiofreccia e dal libro Lettere d’amore nel frigo. 77 poesie, alle suggestive installazioni video di Angelo Davoli che contribuiscono a ricreare l’atmosfera malinconica ed energica dei pezzi di Ligabue. L’idea di questo lavoro è quella di un cammino attraverso una notte intesa non come un’oscurità reale e mentale ma come il buio che precede l’apertura di un sipario: dove è ancora possibile scegliere, vivere e rivivere le sconfitte e le gioie di una vita intera. Un momento di trapasso da quello che si è stati a quello che si diventerà, in cui il palcoscenico diviene metafora dell’esistenza. L’immediatezza delle canzoni di Ligabue gioca un ruolo fondamentale nella presa sul pubblico, che viene così trascinato in un vortice di sensazioni, visive, sonore, mentali.
Fondata nel 1979, la Compagnia Aterballetto è la principale compagnia di produzione e distribuzione di spettacoli di danza in Italia e la prima realtà stabile di balletto al di fuori delle Fondazioni liriche. Grazie ad una serie di collaborazioni con prestigiosi coreografi, compositori, scenografi, pittori e attori le qualità di Aterballetto si sono poi consolidate nel tempo. Formata prevalentemente da danzatori solisti provenienti da tutto il mondo e in grado di affrontare tutti gli stili, Aterballetto gode di ampi riconoscimenti anche in campo internazionale, con rappresentazioni in Europa, Americhe, Medio ed Estremo Oriente. Dopo Amedeo Amodio, dal 1997 al 2007 la direzione artistica è passata a Mauro Bigonzetti ( che, proprio con Aterballetto ha consolidato la sua carriera artistica diventando il coreografo principale della compagnia e creando un repertorio di respiro internazionale (William, Forsythe, Jiry Kyliàn e Ohad Naharin, ma anche creazioni di giovani coreografi europei, tra i quali attualmente Eugenio Scigliano); dal febbraio 2008 la direzione artistica è passata nelle mani di Cristina Bozzolini.
 
Prospettiva Danza Teatro 2010

Martedì 11 maggio 2010, ore 20:45

Teatro Comunale Giuseppe Verdi, via dei Livello, 32 - PADOVA

Certe Notti

coreografia di Mauro Bigonzetti

con i ballerini di Aterballetto

Scene di Angelo Davoli
Costumi di Kristopher Millar e Lois Swandale
Musiche e poesie di Luciano Ligabue
Una produzione Fondazione Nazionale della Danza - Aterballetto

Biglietti: da 12 a 28 euro

Le vendite per lo spettacolo dell’11 maggio si svolgeranno presso la biglietteria del Teatro Comunale Verdi il lunedì dalle 15.30 alle 18.30, dal martedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.30, sabato dalle 10 alle 13 e il giorno dello spettacolo anche dalle ore 20.

Info: Biglietteria del Teatro Verdi

tel. 049/87770213

www.prospettivadanzateatro.it

www.arteven.it