Error message

Il file non può essere creato.

Con la mostra 5 per 1 di Walter Criscuoli prosegue l’attività espositiva del CRAF

Deep Focus
[img_assist|nid=10823|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]Lestans (PN) - Sabato 24 novembre, alle 18 negli spazi della Galleria John Phillips di Villa Ciani di Lestans, alla presenza dell’autore sarà inaugurato il percorso espositivo dedicato all’ultimo lavoro di Walter Criscuoli, artista e fotografo fra i più creativi della scena contemporanea regionale.
5 per 1 titola la nuova serie di fotografie che prosegue una personale ricerca sul tema del ritratto, cominciata oltre dieci anni fa con le serie Ritratti dell'inconscio.
Descrivendo quelle fotografie Sabrina Zannier scriveva: Volti in movimento, che straziano, alterano e deformano la propria fisiognomicità non per dare sfogo al gusto del mostruoso bensì per una lettura introspettiva dell’essere umano, condotta con un mezzo sempre legato - magari con un filo sottile - alla fenomenologia esterna.
Da allora l’artista udinese ha proseguito la sua[img_assist|nid=10824|title=|desc=|link=none|align=right|width=476|height=640] sperimentazione sul tema con molti altri lavori tra cui Omaggio/Oltraggio, le Neomitologie o la partecipazione a Incidenti Meta-fisici. La nuova serie, 5 per 1, è composta da circa 60 fotografie a colori che rappresentano una parte dei colleghi, collaboratori e studenti dell’Istituto d’Arte "Giovanni Sello" di Udine (di cui il prossimo anno ricorre il cinquantenario dalla nascita) dove Criscuoli è docente di Arte della Fotografia e Cinematografia. Una riflessione per immagini in linea di continuità con le ricerche degli ultimi anni.
Il campo d'indagine è sempre la persona, l’individuo, la sua identità e la sua rappresentabilità nel territorio del fotografico. Dai ritratti mossi e su tinte fortemente saturate, icone dell’espressività dell’autore, si passa a nuove modalità di trasformazione del reale fotografico. Sono immagini cariche di una forte componente formale realizzate grazie ad un accurato processo di modificazione delle fotografie in fase di montaggio digitale. Alla base c’è, da parte dell’autore, l’attenzione verso gli altri.

Scrive infatti Criscuoli: L’altro richiama la mia attenzione e là dove la sua rappresentazione si ferma la mia immaginazione continua. Anche per queste ragioni proseguo la ricerca da ritrattista ma, nuovamente, così come nella precedente serie di mossi fotografici, rinuncio alla principale prerogativa della Fotografia, ovvero alla capacità di rappresentare, nel modo più fedele che oggi mi sia concesso, le persone che ritraggo. Frammentando i lineamenti delle loro figure inganno il cervello visivo che, normalmente, sarebbe in grado di riconoscerle e attribuire loro significati.

[img_assist|nid=10826|title=|desc=|link=none|align=left|width=474|height=640] Walter Criscuoli è presente nella scena dell’arte da oltre vent’anni. Artista eclettico, capace di orientarsi con maestria nell’uso di diversi strumenti espressivi, ha una spiccata predilezione per il video e la fotografia. Nato a Udine nel 1958, Walter Criscuoli è docente di Arte della Fotografia e Cinematografia presso l’Istituto d’Arte ‘Giovanni Sello’ di Udine. Fotografo, operatore video e direttore della fotografia per l’emittente televisiva Telefriuli è stato sceneggiatore e regista per alcune produzioni televisive come la serie Album e ha collaborato con RAI, Fininvest, Telemontecarlo, Videomusic, Telepadova. È stato tra i promotori di diverse iniziative d’arte tra cui Magazzino (1991-1994), Sgabuzzino (1993), Mutazioni (1996), Contemporanea (1996-1998), Radioquadri (1997), Proiettili d’Autore (1997), Arte Supercritica (2004).

Dal 24 novembre al 30 dicembre 2007

Galleria John Phillips di Villa Ciani - Lestans (PN)

Vernissage: Sabato 24 novembre, alle ore 18:00

Walter Criscuoli - 5 per 1

Orario: da lunedì a venerdì 09-12 / 15-18 sabato e domenica 10-12 / 15-19

Info: tel. 042791453

info@craf-fvg.it