Lella Costa legge Dante e Petrarca al Castello degli Ezzelini di Bassano del Grappa

ConNotati

Bassano del Grappa (VI) - Va in scena mercoledì, al Castello degli Ezzelini di Bassano del Grappa, Liszt e la poesia, il nuovo spettacolo/concerto di Lella Costa con l’accompagnamento al pianoforte di Roberto Piano. 

E' pensato per rendere omaggio a al grande compositore ungherese, di cui ricorre quest'anno il bicentenario della nascita, il nuovo spettacolo di Lella Costa con il pianista Roberto Piano Liszt e la poesia racconta in particolare del lungo soggiorno italiano del musicista.
Una serata di teatro e musica, con la voce calda e intensa di Lella Costa  pronta a condurre il pubblico in un viaggio nelle pagine meno frequentate di Liszt e raccontare in particolare del lungo soggiorno italiano del musicista.

Oltre ai due melologhi, (Die traurige Mönch -Il monaco triste - S. 348 e Lenore S. 346 per voce e pianoforte)  poco ascoltati nei programmi da concerto, molti interessanti sono i tre sonetti del Petrarca: Benedetto sia ’l giorno (LXI. - 47.), Pace non trovo (CXXXIV. - 104.) e I’ vidi in terra angelici costumi (CLVI. - 123.) che ispirarono l’autore a comporre canzoni e pezzi per pianoforte.
È possibile che le prime bozze per i componimenti ispirati dai sonetti del Petrarca siano nate tra il 1837 ed il 1839, nel periodo in cui Liszt visse in Italia e studiò profondamente l’arte e la poesia taliana. È sempre l’Italia ad ispirare Liszt, e la lettura del famoso V canto dell’Inferno di Dante, introduce la bellissima fantasia quasi sonata Après une lecture du Dante.

Lella Costa si diploma all'Accademia dei Filodrammatici ed esordisce, dopo esperienze di traduttrice, nel 1980 nel suo primo monologo. Attrice, doppiatrice, ha al suo attivo trasmissioni radiofoniche e televisive particolarmente innovative, autrice di monologhi da lei portati con successo in teatro. Ha anche partecipato ad alcune esperienze cinematograifhce interessanti (si ricordi Ladri di saponette di Maurizio Nichetti). Molto attiva nel mondo dell'associazionismo, promuove da anni l'attività di Emergency, ha dato la sua voce per lo spot di Peacereporter e si è sempre distinta nelle battaglie a difesa dei diritti civili.

Nato a Varese nel 1978, il pianista italiano Roberto Plano si è imposto all’attenzione del mondo musicale con la vittoria, nel 2001, del Primo Premio al prestigioso Cleveland International Piano Competition, Stati Uniti. Quest’affermazione e altri  premi hanno segnato l’inizio di numerose tournée in tutto il Nord America, che lo hanno visto in recital in più di venti Stati negli Usa, in importanti città quali la stessa Cleveland (Severance Hall), New York (Lincoln Center – Alice Tully Hall, Steinway Hall), San Juan (Puerto Rico), e lo hanno portato a suonare negli studi delle maggiori radio americane e canadesi.

Operaestate Festival Veneto 2011

Mercoledì 20 luglio 2011, ore 21.20

Castello degli Ezzelini, Piazza Castello Ezzelini - Bassano del Grappa (VI)

Liszt e la poesia

con Lella Costa al pianoforte Roberto Plano

Biglietti:   Intero: €15.00 Ridotto: €13.00 (€1.00 diritto di prevendita) in prevendita presso l’Ufficio Operaestate in Via Vendramini 35 e la sera dello spettacolo al Castello degli Ezzelini.

In caso di maltempo al Teatro Remondini, Via Santissima Trinità, 36061 Bassano del Grappa (VI)

Info 0424/524214

www.operaestate.it