Error message

Il file non può essere creato.

A Pordenonelegge 2011 venti grandi prime della letteratura italiana e internazionale

ConNotati

PORDENONE – Sarà scandita da venti prime nazionali l’edizione 2011 di pordenonelegge.it, la Festa del Libro con gli Autori in programma dal 14 al 18 settembre, giunta quest’anno alla 12^ edizione. E sono ben 245 gli ospiti italiani e internazionali - scrittori, editori, giornalisti, filosofi, sociologi, artisti, scienziati … - chiamati a confrontarsi in oltre 200 incontri ed eventi programmati nelle 32 location del centro storico di Pordenone. 

Sono tre le nuove proposte Bompiani al festival: lo scrittore Antonio Scurati presenterà in prima assoluta a Pordenone, sabato 17 settembre (ore 17.00, Piazza San Marco), la sua nuova fatica, La seconda mezzanotte, in libreria dal 14 settembre. Edito Bompiani anche il nuovo lavoro dello scrittore Pietrangelo Buttafuoco, Il Lupo e la Luna, in prima presentazione a pordenonelegge domenica 18 settembre (ore 15.00, Convento Di San Francesco): un’opera che ammicca alla tradizione siciliana dei "cunti", e sarà infatti presentata nell’incontro Storie di Sicilia che, insieme all’autore, coinvolgerà  Giuseppina Torregrossa e Federica Manzon. Sempre per Bompiani è curato dal critico letterario Enzo Golino il volume Dentro la letteratura (domenica 18 settembre, ore 11.00 - Palazzo Della Provincia), che riunisce ventuno interviste realizzate dallo stesso Golino ad altrettanti illustri nomi della letteratura italiana, fra i quali Giorgio Bassani, Alberto Moravia, Luigi Malerba, Raffaele La Capria, Attilio Bertolucci, Vasco Pratolini, Paolo Volponi, Pier Paolo Pasolini, Umberto Eco.

Prima Mondadori per Rivoluzione n. 9, il romanzo che, dopo il felice esordio del romanzo Parlami d’amore diventato anche un film di successo, scandisce la nuova tappa del sodalizio letterario Silvio Muccino – Carla Vangelista. Il libro uscirà ufficialmente il 9 settembre e sarà in prima presentazione a pordenonelegge domenica 18 settembre (ore 15.00 - Palaprovincia Largo San Giorgio). Due grandi novità anche per Rizzoli a pordenonelegge.it 2011: lo scrittore statunitense Jeffery Deaver, genio del thriller e collezionista di best sellers, recentemente impegnato nella reinvenzione del James Bond di Fleming con il romanzo“Carta bianca”uscito solo qualche mese fa, sarà in prima al festival (sabato 17 settembre, ore 11 - Piazza San Marco) con L’addestratore, il libro in uscita il 14 settembre, dal quale zampilleranno inesauribili colpi di scena per un nuovo, coinvolgente personaggio, il detective Kessler. Sempre il 14 settembre è in uscita il nuovo lavoro dell’economista Loretta Napoleoni, Il contagio, dedicato all’ondata planetaria di rivendicazione della democrazia, che dal Nord Africa si è riverberata ai Paesi arabi e, spiega Napoleoni, torna come un boomerang a colpire il nostro sistema malat”. L’autrice lo presenterà a Pordenone proprio nella giornata inaugurale del festival, mercoledì 14 settembre (ore 12, Palazzo Montereale Mantica), nell’ambito di un incontro rivolto agli studenti delle scuole superiori).

Anche Voland edizioni ha riservato due prestigiose novità all’evento pordenonelegge 2011: innanzitutto Sankja, il nuovo romanzo dell’autore russo Zachar Prilepin, tra i più acclamati della sua generazione (sabato 17 settembre ore 16.00 - Palazzo Montereale Mantica). Al festival, in prima, anche Vendette ,il nuovissimo romanzo di Philippe Djian (sabato 17 settembre ore 18.30 - Palazzo della Provincia), del quale Voland ha già pubblicato tre romanzi (Imperdonabili, 37°2 al mattino e Incidenze). Mrador titola la nuova proposta di Fazi, siglata dall’autrice Elizabeth Gille, la figlia più giovane di Iréne Némirowski, che racconta in prima persona di sé e della vita della sua famiglia, dalla Russia lacerata e suggestiva dell'infanzia e dell'adolescenza, alla fuga seguita alla Rivoluzione d'Ottobre in Francia, alla deportazione ad Auschwitz nel 1942 dove Iréne Némirowski morì di tifo in un solo mese. Sarà la sorella di Elisabeth Gille, Denise Epstein, a presentare il libro sabato 17 settembre (ore 17, Palaprovincia Largo San Giorgio).

Decisamente autobiografico è anche La mia vita in bicicletta, il nuovo libro dell’astronoma Margherita Hack pubblicato da Ediciclo, in prima al festival domenica 18 settembre (ore 11.30, Palaprovincia Largo San Giorgio). Margherita Hack si racconta, narrando la sua vita dai cinque anni -l’età del triciclo e della passione per Binda - fino ad oggi: una vita di cui la bici è l’insospettabile collante. E sul versante autobiografico un’altra attesa prima arriva da Longanesi, che presenta al festival Se no che gente saremmo. Giocare, resistere e altre cose imparate da mio padre, il libro scritto da Gianfelice Facchetti, figlio del grande capitano interista Giacinto Facchetti. In libreria dal 15 settembre, il volume sarà presentato a Pordenone domenica 18 settembre (ore 21.30 - Convento Di San Francesco). Di straordinario impatto storico sarà senza dubbio la nuova pubblicazione curata da LEG - Libreria Editrice Goriziana, in prima a pordenonelegge domenica 18 settembre (ore 16.30, Palazzo Della Camera Di Commercio, Sala Convegni): si tratta di Mussolini e i suoi generali, l’illuminante volume firmato da John Gooch, che ne converserà con lo storico Nicola Labanca: tra contraddizioni irrisolte e bizzarre “ispirazioni” politiche, lo storico inglese delinea un quadro unico per ricchezza di dettagli e indispensabile per la comprensione del periodo interbellico.
 
Torna al suo personaggio più celebre, l’ispettore Ferraro, il giallista Gianni Biondillo: per festeggiare l’uscita de I materiali del killer (in libreria dal 25 agosto) la sua casa editrice, Guanda, ha concordato la prima presentazione del libro a pordenonelegge, in occasione dell’incontro che l’autore terrà con un’altra nota giallista, Alessia Gazzola (domenica 18 settembre, ore 11.30 - Ridotto Del Teatro Verdi). Rilettura a tinte noir per Pinocchio cuore di legno, la favola celeberrima del burattino dissennato e bugiardo che si trasforma in un bambino saggio e buono: lo scrittore e giornalista Pietro Spirito, con la graphic designer e illustratrice Nadia Zorzin ha realizzato per Fernandel una versione riveduta e (s)corretta della storia di Pinocchio alle prese con le responsabilità di ogni giorno, a pordenonelegge sabato 18 settembre (ore 18 - Palazzo Della Camera Di Commercio, Sala Convegni).
 
Scienza, filosofia e religione s’intrecciano nel libro Storia curiosa della scienza. Le radici pagane dell’Europa, l’ultima fatica letterario di Flavio Oreglio, amato dal grande pubblico per la sua irresistibile comicità, e al tempo stesso formidabile divulgatore, forte della sua formazione scientifica e del suo talento narrativo. Il volume, edito Salani, sarà presentato in prima a pordenonelegge in occasione del reading Sulle spalle dei giganti, che Flavio Oreglio proporrà venerdì 16 settembre (ore 21.00 - Teatro Verdi). Perfetto tempismo per la prima del libro La scuola spacca!, edito San Paolo, firmato a quattro mani da Stefano Moriggi e Antonio Incorvaia, con prefazione rap curata da Frankie HI-NRG: il festival ospiterà la presentazione giovedì 15 settembre (ore 11.00 - Auditorium Istituto Vendramini). L’attualità drammatica del pianeta alla ricerca di una sostenibilità energetica è al centro del nuovo libro che Mario Tozzi e Valerio Rossi Albertini hanno siglato per Edizioni Ambiente, Il futuro dell´energia, in uscita il 7 settembre e in prima presentazione al festival giovedì 15 (ore 15.30 - Convento Di San Francesco). Le energie del futuro, dunque, raccontate da grandi divulgatori.  Novità anche per la casa editrice 66thand2nd, che sabato 17 settembre (ore 19.00 - Auditorium Istituto Vendramini) presenta al festival uno dei suoi autori di punta, il congolese Alain Mabanckou, in uscita a settembre con Domani avrò vent’anni, il suo secondo romanzo, vincitore del premio Georges Brassens.
E infine sono due le novità di atmosfera “cinematografica” a pordenonelegge 2011, proposte in collaborazione con Cinemazero: va innanzitutto segnalata la prima presentazione della pubblicazione Feltrinelli allegata al dvd de Il Gioiellino, il fortunato film di Andrea Molaioli: proprio questa prima diventa l'occasione per approfondire i retroscena di una delle più grandi truffe del secolo, il crack Parmalat, nell’incontro che, domenica 18 settembre (ore 19.30 - Spazio Itasincontra Piazza Della Motta), vedrà protagonisti il giornalista Massimo Giannini, vicedirettore di Repubblica, e lo stesso  regista Andrea Molaioli. Infine una novità per il grande schermo, collegata ad un incontro del festival: venerdì 16 settembre (ore 15.30 - Ridotto Del Teatro Verdi), nell’ambito del percorso Autori/Sceneggiatori, lo scrittore Ivan Cotroneo sarà intervistato da Francesco Piccolo intorno all’uscita imminente del film La kriptonite nella borsa, che Cotroneo ha diretto e tratto dal suo fortunato romanzo. La pellicola, che esordirà alla Festa del Cinema di Roma, è interpretata fra gli altri da Valeria Golino e Luca Zingaretti.

Info: www.pordenonelegge.it