Error message

Il file non può essere creato.

ICCG Think Forward Film Festival 2011

ICCG Think Forward Film Festival 2011

Il programma

Giovedì 20 ottobre

ore 10:30

Conferenza d’apertura
Il clima che verrà….un problema di oggi e di domani
Intervengono: Prof. Carlo Barbante, Professore all’Università Ca’ Foscari di Venezia – Dipartimento di Scienze Ambientali, Informatica e Statistica.
Prof. Carlo Carraro, Direttore dell’International Center for Climate Governance e Rettore dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.
Dott. Marino Cortese, Presidente della Fondazione Querini Stampalia.
Dott. Alessandro Lanza, Ammistratore Delegato di Eni Corporate University.
Dott. Fabio Fior, Dirigente Regione del Veneto Comparto Energia
Modera Giovanni De Luca, Direttore Rai di Venezia.

A seguire verranno proiettati:
Danger Global Warming (2011, animazione, 4’46”, Italia) di Daniele Lunghini

Un giovane scienziato scopre una cruda verità riguardo il destino ambientale della Terra. I suoi tentativi di allertare il mondo risultano vani. Costruisce quindi due robot che possano continuare la sua missione che sembra impossibile. Una nuova speranza cresce.

Sea Level Rise in Kowanyama (2009, documentario, 6’27’’)di Citt Williams
Prodotto da United Nations University Media Center, Giappone

Quando l’intero oceano crescerà, dove andremo? si chiede Inherkowinginambana un vecchio Kunjen di Kowanyama, una comunità aborigena del tropicale Queensland, Australia. Ogni anno la marea arriva, aumentando sempre più.

Climate Dish (2010, sperimentale, 1’07’’), Germania di Peter Wedel

Un piatto ricco su una tavola spoglia. Improvvisamente un coltello si abbatte con violenza sulle verdure, distruggendo l’armonia della composizione, prima di un’inondazione di besciamella. Una casalinga messa in scena delle conseguenze del cambiamento climatico nei confronti della fame nel mondo.

Dindin A Place to Feed: Kyrgyz Shepherds Suffer Pasture Loss (2009, documentario, 8’10’’) di Ivan Golovnev, Citt Williams

Prodotto da United Nations University Media Center, Giappone

Il pastore Dootkasy e sua moglie Anarkul condividono con noi i pensieri della loro famiglia e i processi intrapresi per adattarsi al clima che cambia nei pascoli collinari nelle montagne del Tian Shan, in Kyrgyzstan.

 
ore 13:00

Coop Adriatica Snack

ore 17:00

Proiezione
Sarà presente in sala Daniele Lunghini (regista di Danger Global Warming)

Global Warming (2010, adv, 1’04’’) di FlavioMac
Prodotto da McCann Portugal per Quercus

Aral (2009, animazione, 15′, Belgio) di Delphine Renard, Delphine Cousin

La storia ha luogo in una cittadina che fu un tempo di pescatori. Il mare è scomparso e la mancanza d’acqua rende difficile il vivere. La maggior parte degli uomini sono andati a cercare lavoro in altri luoghi.
Boris e Toumbil sono tra i bambini rimasti in città e sono legati da una forte amicizia. Un giorno, i genitori di Boris partiranno verso il nord alla ricerca di una vita migliore, anche se vorrà dire abbandonare tutto quello che hanno.

Change Your Habits Today (2009, fiction, 3’50”, Portogallo) di Eduardo Morais

Il film ci mostra delle scene dal futuro dove Mankind aspetta passivamente che la tecnologia risolva i suoi problemi…

Danger Global Warming (2011, animazione, 4’46”), Italiadi Daniele Lunghini

Un giovane scienziato scopre una cruda verità riguardo il destino ambientale della Terra. I suoi tentativi di allertare il mondo risultano vani. Costruisce quindi due robot che possano continuare la sua missione che sembra impossibile. Una nuova speranza cresce.

Tsu (2005, sperimentale, 24’, Tailandia) di Pramotz Sangsorn

Lo tsunami se n’è andato velocemente come è arrivato, lasciando però una cicatrice nel cuore di Ern, un ragazzo di 13 anni incapace di dimenticare la perdita che questa tragedia ha inflitto alla sua famiglia.

ore 19:30

Aperitivo Think Forward

ore 21:00

Proiezione

Solartaxi – Around the World with the Sun (2010, documentario, 68’, Germania) di Erik Schmitt
Presenta il protagonista Louis Palmer

Quello che era cominciato come un sogno d’infanzia, compiere il giro del mondo con un’auto ad energia solare, è diventato un’avventure lunga 18 mesi. Molti hanno intrapreso viaggi intorno al mondo, alcuni ci sono riusciti, ma nessuno prima d’ora l’aveva fatto con un mezzo alimentato esclusivamente dal sole. Il film descrive l’incredibile avventura di Louis Palmer e del suo “Solartaxi” fatto in casa. Il viaggio inizia nel 2007 e lo porterà a conoscere principi, star del cinema, politici e scienziati ma soprattutto la gente, a tutti loro Luois farà vedere che le macchine a zero emissioni non sono un sogno, il film ne è una prova.

Venerdì 21 ottobre

ore 10:00

Incontro con scuole medie
Coordina Valentina Giannini (ricercatrice ICCG).
Partecipano: Umberto De Giovanni (Responsabile Reparto Cinematografia Scientifica IBBA, Consiglio Nazionale delle Ricerche) e regista del cortometraggio Dorella (Camelina) e l’effetto serra e Incoronata Galasso (CNR).

Verranno proiettati:

Dorella e l'effetto serra (2009, animazione, 8’02’’), Italiadi Umberto De Giovanni

Il filmato spiega il fenomeno dell’effetto serra e la ricerca scientifica sulla Camelina Sativa (Dorella) quale ingrediente per la produzione di biodisel.

Second Hand  (2011, animazione, 7’35’’, Canada) di Isaac King

Il termine “second hand” (usato) si riferisce al ticchettio dell’orologio ma descrive anche oggetti riutilizzati.
Preferisci risparmiare tempo? O salvare oggetti? Il film analizza lo squilibrio e i rifiuti prodotti da queste ossessioni moderne.

Don't Let It All Unravel (2007, animazione, 2’06’’, UK) di Sarah Cox

Questo pianeta, così come tutto quello che ci viene ospitato, ha impiegato milioni di anni per evolversi: lentamente, con attenzione, fino a raggiungere una forma univoca. La velocità con la quale noi ora lo stiamo distruggendo è il problema affrontato da questo film, attraverso il semplice mezzo della cucitura.
Un colorato globo all’uncinetto ruota sul suo asse, un singolo filo viene tirato via. Con l’avvicinarsi della telecamera, ci accorgiamo che gli aspetti univoci del pianeta si stanno disfacendo: le callotte polari, i mari e le foreste pluviali, tutti ad un ritmo velocissimo, che cresce sempre di più. Gli animali a rischio spariscono ad una velocità allarmante.
Seguiamo la telecamera indietro e vediamo il mondo più piccolo e più scuro, infilzato da un grosso ago da cucito, mentre si sta ancora disfacendo.
Non lasciare che si disfi del tutto.

Moving Forest
(2010, fiction, 12’, Svizzera) di Niccolò Castelli

Nell’era dei videogiochi, Martino, un bambino di 11 anni, si chiede se come lui anche l’alberello che sta nel cortile del suo condominio si annoia a non uscire mai da quelle quattro mura di cemento. Grazie ad un carrello della spesa riuscirà a far scoprire il mondo al suo nuovo amico verde. Un’ avventura innocente ed ironica che avvicina bambini e adulti all’universo dimenticato della natura e della fantasia. E un finale che lascia sperare in un mondo migliore grazie alla fantasia dei bambini.

 ore 12:00

Coop Adriatica Snack

ore 16:00

Proiezione
Sarà presente in sala Kaia Rose (produttrice di Don't Let It All Unravel )

Climate Dish (2010, sperimentale,1’07’’, Germania) di Peter Wedel

Planet Z (2011, animazione, 9’30’’), Franciadi Mokomo Seto

Da qualche parte… il Pianeta Z. Le piante governano il pianeta, tutto appare armonioso e delicato. Ma una colonia di funghi appiccicosi cominciano a comparire pian piano distruggendo la vita idilliaca di questo mondo.

O (2006, fiction/documentario, 24’29’’, Belgio) di Pieter-Jan de Pue

La ricerca dell’ultima goccia d’acqua simboleggia il ritorno alla purezza, alle emozioni genuine e alla meraviglia in un’epoca in cui la vita è dominata dalla tecnologia che velocemente cambia, in cui l’uomo ha perso il contatto con la natura.

Genesis (2010, videoclip/sperimentale, 3’20’’, Italia) di Ameleto Cascio

In un paesaggio industriale spuntano elementi metallici dal terreno. In un altro ambiente una figura con una maschera antigas si agita cercando di uscire da quella dimensione claustrofobica. Un video che vuole esprimere il difficile rapporto tra naturale e artificiale.

Tourism Meltdown, Climate Change Causes Drift Ice Lost  (2009, documentario, 6’41’’) di Megumi Nishikura e Luis Patron
Prodotto da United Nations University Media Center, Giappone

Il Mare di Okhotsk è stato a lungo il punto più a sud dell’Emisfero Nord dove era possibile trovare i ghiacci polari. Dopo essersi espanso ogni inverno verso sud, oltre l’Artico, lungo la costa ad est dell’isola di Sakhalin, solitamente il ghiaccio arriva in Hokkaido dalla metà alla fine di gennaio. Il miglior momento per vederlo è nell’ultima metà di febbraio, anche se rimane in zona fino a marzo inoltrato, spesso anche fino ai primi di aprile. Ciò nonostante, negli ultimi 20 anni i ghiacci alla deriva sono lentamente diminuiti. Alcuni dicono che questo sia il risultato del riscaldamento globale. La gente di Abashiri si è riunita per agire.

Don't Let It All Unravel (2007, animazione, 2’06’’, UK) di Sarah Cox

Where The Sea Whistel Echoes (2009, documentario, 11’17’’, Giappone) di Kaori Brand

Le Ama, leggendarie subacquee giapponesi, hanno praticato la pesca sostenibile per centinaia d’anni. Ora i cambiamenti climatici, uniti alla pesca estensiva, stanno costringendole a confrontarsi faccia a faccia con un futuro incerto.

ore 17:30

Proiezione

How To Boil A Frog (2009, documentario, 88’, Canada) di Jon Cooksey

“How to boil a frog” è un’eco-commedia che offre una panoramica sulla grande confusione in cui ci troviamo in tema ambientale, energetico ed economico delineando una serie di soluzioni personali per salvare la civiltà e che renderanno la vostra vita migliore. “How to boil a frog” mescola umorismo, fatti, ed esperti (in piccole dosi) per dimostrare come i cambiamenti climatici sono il sintomo di un grande problema: esagerazione. Il documentario ha un approccio in stile semplice alla “Supersize Me”. Le interviste a scienziati, giornalisti ed esperti di energie non sono fatte nella classica maniera che spingerebbe chiunque a gettarsi da un ponte, ma prende questi temi molto seri e li trasforma in quell’intrattenimento che ti può salvare la vita.

ore 19:30

Aperitivo Think Forward

ore 21:00

Proiezione

Climate Refugees (2010, documentario, 95’, USA) di Michael P. Nash
Presenteranno Michael Nash (produttore/regista) e Justin Hogan (produttore)

“Climate Refugees” è uno spettacolare documentario che svela l’incredibile piaga delle popolazioni la cui terra viene colpita da disastri della natura causati dai cambiamenti climatici. “Climate Refugees” è il primo film che descrivere “il volto umano” dei cambiamenti climatici. Il film è stato girato in in Bangladesh, Belgio, Chad, Cina, Danimarca, Fiji, Francia, Germania, Olanda, Irlanda, Kenya, Maldive, Polonia, Svizzera, Tuvalu, UK e USA. Importanti personalità compaiono nel film tra le quali: il senatore John Kerry, Presidente (Speaker) della Camera dei rappresentanti Nancy Pelosi, il precedente presidente della Camera dei rappresentanti Newt Gingrich, il Premio Nobel per la Pace Wangari Maathai, l’economista e scienziato indiano Rajendra Pachauri (presidente dell’IPCC, Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico).

 

Think Forward è una rassegna cinematografica, dedicata ai cambiamenti climatici e alle energie rinnovabili. Think Forward è anche uno spazio vivace di confronto per chi è già informato o per chi non lo è per niente. Think Forward è un modo alternativo per conoscere argomenti tanto attuali e importanti.

Think Forward è un progetto dell’International Center for Climate Governance nato con l’obiettivo di divulgare a un pubblico ampio ed eterogeneo le problematiche connesse ai cambiamenti climatici e discutere e approfondire le questioni legate alle energie rinnovabili e all’acqua.
Un mezzo immediato per comunicare l’importanza e la complessità degli argomenti toccati è quello del video. Proiezioni di cortometraggi e lungometraggi a tematica ambientale girati e prodotti da registi provenienti da tutto il mondo, incontri e dibattiti con ospiti ed esperti internazionali, animeranno i due giorni del Festival.
L’obiettivo è quello di coinvolgere il pubblico presente spingendolo a riflettere e interrogarsi sull’importanza di una coscienza ecologica e sulla promozione e la tutela dell’ambiente.

Scheda Evento

Quando:
Giovedì 20 e venerdì 21 ottobre 2011
Location:
Fondazione Querini Stampalia, Campo Santa Maria Formosa 5252 - VENEZIA
Tel.:
347 7850764