Quartetto Auryn

Stagione Concertistica 2010-2011 - Joseph Haydn. L'integrale dei quartetti per archi

Venerdì 25 febbraio 2011, ore 20.15 

Il Quartetto Auryn

Matthias Lingenfelder, violino

Jens Oppermann, violino

Stewart Eaton, viola

Andreas Arndt, violoncello

esegue

Joseph Haydn, Quartetto op. 2 n. 4 

Quartetto op. 64 n. 3 

Quartetto op. 20 n. 3 

Quartetto op. 50 n. 6

Da quasi trentanni Auryn, l’amuleto della Storia Infinita di Michael Ende, è il simbolo che accompagna uno fra i più celebri quartetti d’archi oggi in attività. Nel corso della sua carriera, il Quartetto Auryn si è esibito in tutti i principali centri della vita musicale internazionale e nei festivals più rinomati: Lockenhaus, Gstaad, Bregenz, Lucerna, Kuhmo, Schleswig-Holstein, Beethovenfest, Berliner Festwochen, Salisburgo, Edimburgo, delle Fiandre. Accanto alle regolari tournées negli Stati Uniti, la formazione ha suonato in Russia e nell’America del Sud, in Australia e in Giappone. I quattro musicisti che ancora oggi lo compongono hanno seguito gli insegnamenti del Quartetto Amadeus a Colonia e del Quartetto Guarneri negli USA.

 

Nel 1982, a un anno dalla costituzione, l’Auryn riceve il primo premio nei due fra i più accreditati concorsi internazionali per quartetto d’archi, l’ARD-Wettbewerb di Monaco e l’International String Quartet Competition di Portsmouth in Inghilterra e nel 1987 il primo premio al Concorso delle Radio Europee. L’Auryn è quartetto in residenza al Festival Schubert della Georgetown University di Washington e ogni anno è invitato alle Giornate Musicali di Mondsee (Austria) di cui nel 2010 ha assunto la direzione artistica. Particolare successo ha ottenuto nella stagione 2000-2001 il ciclo di otto concerti alla Tonhalle di Düsseldorf dedicati alla musica da camera di Schumann, realizzati assieme alla violista Nobuko Imai, a Brigitte Fassbaender e al Quartetto Prazak. Da anni la formazione si dedica anche alla musica contemporanea, eseguendo in prima assoluta numerose opere di apprezzati compositori. Fra i partner del quartetto si ricordano: G. Caussé, E. Brunner, T. Zimmermann, B. Pergamenschikov, D. Fischer-Dieskau, A. Lonquich, P. Orth, M. Collins. M. Pressler, N. Imai. J. Widmann, S. Kan, C. Schaefer.

 

Nel corso della stagione 2006 l’ensemble ha proposto a Washington il ciclo dei quartetti di Beethoven (che è stato presentato anche a Padova nel febbraio 2007, alla Wigmore Hall di Londra e a Perugia per gli Amici della Musica) e a Essen quelli di Schönberg. E’ del 2009 invece l’inizio dell’Integrale dei 68 quartetti di J. Haydn che il Quartetto Auryn ha presentato contemporaneamente a Köln (Sendesaal della WDR) e a Padova per gli Amici della Musica. Dal 2002, la collaborazione con la casa discografica Tacet è stata premiata con un Diapason d’Or per l’integrale dei quartetti di Schubert, con il Preis der Deutschen Schallplattenkritik per le opere di Hugo Wolf e con il CD Classic Award per i quartetti di Beethoven. Sempre per Tacet è in corso di realizzazione l’incisione dell’integrale dei Quartetti di J.Hadyn di cui sono usciti a tutt’oggi i volumi 1, 4, 6, 7, 8, 11, 12 e 13. Il Quartetto ha inciso inoltre l’Integrale dei Quartetti di Brahms e di Schumann. Accanto a master class in Germania e all’estero, la formazione svolge attività didattica di musica da camera presso la Musikhochschule di Detmold.

 

Il prestigio del Quartetto gli ha valso l’opportunità di poter avere quattro strumenti straordinari. Matthias Lingefelder suona uno Stradivari del 1722 che fu di Joseph Joachim, Jens Oppermann un Petrus Guarneri del Quartetto Amadeus, Stewart Eaton una viola Amati del 1616 (già del Quartetto Koeckert) e Andras Arndt il violoncello Niccolò Amati che aveva il Quartetto Amar (il quartetto in cui suonava Paul Hindemith).

Scheda Evento

Location:
Auditorium Pollini, via Carlo Cassan 17 - PADOVA
Contatto:
Amici della musica di Padova
Tel.:
049 8756763