Rosa Piero, Rosa Tiepolo, Rosa Spalletti, Rosa...

La mostra, ideata da Marco Meneguzzo, è centrata sul concetto di "rosa", colore di difficile definizione sia fisica che simbolica. A partire da un polittico rosa di Ettore Spalletti, che dà il titolo alla mostra, sono stati invitati una ventina di artisti di varie generazioni e di varie culture - cinesi, indiani, inglesi, americani, oltre che italiani, ovviamente - che hanno indagato il colore rosa. naturalmente non si tratta soltanto di aver realizzato delle opere rosa, quanto di aver fatto di questo colore l'essenza ineliminabile delle opere stesse.

Per questo, il filo rosso (meglio dire, rosa) che lega tutti i lavori attraverso il tempo (non a caso la mostra si intitola "Rosa Piero, Rosa Tiepolo, Rosa Spalletti, Rosa…") e lo spazio, è un concetto legato al colore e non semplicemente una forma rosa. E' ovvio che in queste scelte intervengano soprattutto aspetti simbolici e concettuali, come quelli che legano il rosa alla carne, al femminile, oppure a un'idea di dolcezza sentimentale, magari adottata per contrasto con ciò che si vede o con gli assunti dichiarati nell'opera, come non mancano riferimenti al colore rosa quasi impensabili, come quelli legati al cromatismo di certe banconote orientali, il tutto espresso attraverso lavori fortemente differenziati.

Gli artisti presenti, oltre alla guest star Ettore Spalletti, sono, in ordine alfabetico: Vanessa Beecroft, Riccardo Benassi, Paolo Brenzini, Vincenzo Castella, Arthur Duff, Chiara Dynys, Kate Gilmore, Anna Galtarossa, Alberto Garutti, Jacob Hashimoto, John Hoyland, David Lindberg, Hiroyuki Masuyama, Luigi Ontani, Laura Pugno, Laura Renna, Giovanni Rizzoli, Paolo Scirpa, David Simpson, Hema Upadhyay, Zhang Bingjian. (Marco Meneguzzo, 2013)

Scheda Evento

Quando:
Dal 23 febbraio al 27 aprile 2013
Location:
Studio La Città, Lungadige Galtarossa 21 - VERONA
Tel.:
045597549