Gino Paoli, i Tazenda e Susana Baca per i Mari di Vocalia 2009 a Maniago

Rassegne
[img_assist|nid=19739|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]Maniago (PN) - Tutto pronto per la nona edizione di Vocalia, il festival internazionale di musica che si terrà nel Teatro Verdi di Maniago il 22, 29 e 30 maggio 2009. E come annunciato dal direttore del festival, Gabriele Giuga, nell’ultimo concerto dell’edizione scorsa, il tema di Vocalia 2009 sarà I mari. Si riprende la metafora del viaggio, dunque, e dell’elemento che da sempre è legato all’esperienza della scoperta: il mare. Il tema sintetizza gli aspetti che hanno più caratterizzato il festival maniaghese, quelli cioè della curiosità, della scoperta e della sorpresa. Dopo le puntate in Brasile e in America, il mare di Vocalia porterà il pubblico del Teatro Verdi di Maniago verso sponde che saranno una vera e propria sorpresa. Un mare che unisce e che mescola lingue e musiche rese distanti dalla terraferma, ma che trovano nelle acque degli oceani il loro punto di congiunzione Nel dialogo con il suo pubblico, Vocalia ha anche un altro obbligo: quello di mantenere una sobrietà lontana dai grandi clamori e l’edizione 2009 conferma anche questa promessa, caratterizzata da una ricerca meticolosa di proposte musicali che condividano lo spirito di sobrietà e qualità, segno di rispetto reciproco verso chi la musica la ascolta e chi la fa. Va in questo senso la prima proposta del festival, venerdì 22 maggio (alle 21), serata di apertura dedicata ai Tazenda. Partire dalla Sardegna, significa per Vocalia consolidare un legame fra quelle culture definite “minoritarie” e a torto ritenute marginali. In un panorama musicale affollato da copie e replicanti di vario livello, i Tazenda rappresentano una scelta coraggiosamente legata alla propria cultura, controcorrente forse, e contro anche tutte le leggi del mercato musicale, ma[img_assist|nid=19741|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=408] proprio per questo originale e di grande pregio. Il loro primo lavoro dal titolo omonimo mostra subito un sound che non passa inosservato alla critica ed alla gente: le launeddas, i tenores campionati, l’uso delle fisarmoniche diatoniche e delle chitarre elettriche che rimandano alle cornamuse, e non ultime le loro voci, li rendono immediatamente riconoscibili al punto di parlare in seguito di un sound Tazenda: insomma un marchio di fabbrica unico. Il successo sanremese di quest’anno è solo una delle tante dimostrazioni del valore che i Tazenda hanno conquistato con anni di carriera. A Maniago, in una produzione esclusiva per Vocalia, la band proporrà un repertorio tratto dai loro successi più popolari. Venerdì 29 maggio (alle 21) il festival prosegue con Susana Baca. Nata a Lima e cresciuta nel piccolo borgo di Chorrillos, nell’immediata periferia della capitale peruviana, ha dimostrato un precoce talento musicale. Quel borgo popolato da pescatori e da gatti, come lei lo descrive, era, dai tempi della colonizzazione, un’enclave di discendenti schiavi africani, e fra i suoni e i ritmi della tradizione africana Susana muove i suoi primi passi. Insieme al tessuto sonoro della “strada”, segnato dalla mescolanza rituale e culturale, il contesto della musica “ufficiale” si muoveva nell’influenza delle atmosfere cubane di Perez Prado e Beny Moré. Dopo i primi passi con un gruppo di musicisti dell’ambito universitario, Susana Baca unisce il suo interesse musicale con quello dei grandi nomi della poesia Vocalia si chiude, sabato 30 maggio (alle 21), con la presenza a Maniago di Gino Paoli, naturale nocchiero di questo viaggio per i mari del mondo, nome simbolo della storia della canzone italiana e che porta nella sua musica il mare di Genova, forse la più musicale città di mare del mondo. Genova, il suo mare, le sue imprese e le sue scoperte saranno lo sfondo naturale di un concerto che vedrà, insieme a Gino Paoli, un quartetto jazz composto dai nomi più acclamati del jazz italiano: da Roberto Gatto alla batteria, a Danilo Rea al pianoforte, solo per citare qualcuno. Anche l’edizione del 2009 proporrà la formula in abbonamento, oltre ovviamente ai biglietti singoli a prezzi resi molto competitivi grazie alla sensibilità del Comune di Maniago. La rassegna è promossa dal Comune di Maniago e organizzata dall’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia.   [img_assist|nid=19743|title=|desc=|link=none|align=left|width=604|height=640]22, 29 e 30 maggio 2009 Teatro Verdi, via Umberto I, 53 - Maniago (PN) Vocalia - Festival internazionale di musica – IX edizione I mari Il programma Venerdi 22 maggio 2009, ore 21:00 Tazenda special guest Cristina Mauro Gigi Camedda, tastiere e voce Gino Marielli, chitarre e voce Beppe Dettori, chitarre e voce Venerdi 29 maggio 2009, ore 21:00 Susana Baca Susana Baca, voce Jose Martin Cespedes Correo, pianoforte Sergio Valdeos, chitarra Hugo Bravo, batteria e percussioni Sabato 30 maggio 2009, ore 21:00 Un incontro di jazz con Gino Paoli, Flavio Boltro, Danilo Rea, Rosario Bonaccorso, Roberto Gatto Gino Paoli, voce Flavio Boltro, tromba Danilo Rea, pianoforte Rosario Bonaccorso, contrabbasso Roberto Gatto, batteria Abbobamento ai tre concerti: posto numerato intero € 50,00 ridotto € 45,00 Info: tel. 0432224211/0427709343 info@vocalia.org www.vocalia.org www.ertfvg.it