Error message

Il file non può essere creato.

Giorgio Albertazzi dirige Benedicta Boccoli e Sebastiano Somma in Sunshine al Rossetti

Foyer
[img_assist|nid=16855|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]TRIESTE - Due anime in un recinto che giocano all’eros: sarà un’importante prova per Sebastiano e Benedicta, perché saranno loro, lo spettacolo sentenzia Giorgio Albertazzi a proposito di Sunshine, lo spettacolo di cui ha curato la regia e che è interpretato da Sebastiano Somma e Benedicta Boccoli e scritto dal pluripremiato autore contemporaneo americano William Mastrosimone. Sunshine va in scena giovedì 18 e venerdì 19 dicembre al Politeama Rossetti, inserito nel cartellone altripercorsi del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia. Protagonisti di una storia d’amore attualissima, Sebastiano Somma e Benedicta Boccoli sono molto amati dal pubblico regionale: la Boccoli è attrice versatile e completa, che gli appassionati di teatro hanno apprezzato in commedie anche musicali come Buonanotte Bettina di Garinei e Giovannini o Polvere di Stelle dal celebre film di Alberto Sordi, o ancora nel recente e più classico La Tempesta, capolavoro shakespeariano dove era Ariel diretta da Walter Manfrè. A tali impegni ha spesso intrecciato lavori televisivi, che le hanno regalato ampia popolarità: come non ricordare la sua verve in Pronto chi gioca?, in due edizioni di Domenica In, in trasmissioni come Piacere Rai Uno o Gelato al limone… Sebastiano Somma ha la stessa inclinazione ad armonizzare con gusto la televisione di spessore e il palcoscenico, dove ha esordito ne La santarella di Scarpetta. Con Trieste, curiosamente, è però grazie alla fiction che stringe un legame[img_assist|nid=16856|title=|desc=|link=none|align=right|width=467|height=640] affettuoso: conosce la città nel 2001, quando vi gira Senza Confini, la storia del commissario Palatucci, e ne rimane molto colpito. Da allora il destino professionale lo riporta spesso in città: vi gira tutte le diverse edizioni di Un caso di coscienza, vi si impegna in diverse iniziative benefiche (il premio Lucchetta 2008, addirittura una partita di calcio allo Stadio Rocco) e riceve dal sindaco nel marzo 2007 la cittadinanza onoraria. Sul palcoscenico del Politeama Rossetti vestiranno i panni di Sunshine e Armando e daranno vita alle vivaci schermaglie della loro relazione amorosa. A dirigerli con ispirazione e impeto è una delle personalità più intense e appassionate, eclettiche e colte del teatro italiano, Giorgio Albertazzi. Sunshine è un testo trasgressivo e delicato al tempo stesso. In queste pagine William Mastrosimone ci racconta una favola postmoderna. L’incontro tra un principe azzurro in agrodolce e una giovane da salvare e redimere spiega il regista. Armando – continua – è un uomo forte, integro, duro, ma dolce. Un uomo che si aggrappa al senso che ha voluto dare alla sua vita, nel tentativo di non scivolare nel mondo di Sunshine. Scopriamo le fragilità di un uomo dallo sguardo di lupo, che come Ulisse, sembra non voler altro che riconquistare il suo nido. E lo sguardo spaurito ma sapiente di Sunshine lo scruta con un candore sempre più irresistibile. Si colpiranno a vicenda senza pietà. Crudeltà e tenerezza convivono in una messa in scena in cui gli spunti comici faranno da contrappunto melodico ad una partitura amara e spigolosa, per i gemiti ed i sussulti di anime sbandate. Durezza e fragilità, lacrime e sorrisi, in realtà, convivono in ogni storia d’amore: sono in qualche modo i punti lungo i quali si snoda il percorso di ogni coppia che, sulla via, scopre le ragioni del magnetismo che la tiene unita e la natura delle rigidità che invece la lacera… Le storie di vita di Sunshine e Armando si rivelano poco a poco davanti ai nostri occhi, assieme alle fragilità e alle utopie, ai sogni e alle disillusioni e sullo sfondo di una Genova dei nostri giorni, ricca di atmosfere mutevoli, della vitalità e delle malinconie di un porto dove continuamente si giunge e si parte. Il loro confronto è punteggiato da provocazioni, insulti, promesse, paure, seduzioni, slanci d’amore, ritiri timorosi… un ritratto interiore profondo e partecipe di due creature che ci assomigliano molto. altripercorsi Giovedì 18 e venerdì 19 dicembre 2008, ore 20.30 Politeama Rossetti, Viale XX Settembre, 45 - TRIESTE Sunshine di William Mastrosimone regia, traduzione e adattamento di Giorgio Albertazzi con Sebastiano Somma nel ruolo di Armando Benedica Boccoli nel ruolo di Sunshine e con Francesco Montanari nel ruolo di Robby. scene di Alessandro Chiti costumi di Mariolina Bono Una produzione Camelia s.r.l. e Associazione Teatro Mancinelli TE.MA produzioni, Info: tel. 0403593530 info@ilrossetti.it www.ilrossetti.it