L’ungherese Roby Lakatos Ensemble al da Ponte di Vittorio Veneto

Vittorio Veneto (TV) - Martedì 13 gennaio, alle ore 20.45, presso il Teatro Lorenzo da Ponte di Vittorio Veneto, si terrà il concerto dell’Ensemble del poliedrico virtuoso ungherese Roby Lakatos. In programma musiche di József Suha Balogh, Michel Legrand, dello stesso fondatore del gruppo, Roby Lakatos, di Vladimir Cosma, Vittorio Monti e della tradizione gitana. Roby Lakatos, non è solo un sorprendente virtuoso, ma un musicista di straordinaria versatilità stilistica. Ugualmente a suo agio sia che suoni musica classica, jazz o folk, Lakatos è un raro musicista che non rientra in nessuna definizione specifica. É un violinista gitano, un virtuoso classico, un improvvisatore jazz, un compositore e arrangiatore. É il tipo di musicista universale che raramente si incontra nei nostri tempi, un musicista la cui forza di interpretazione deriva dalla sua attività di improvvisatore e di compositore. Si è esibito nelle più grandi sale concertistiche in America, in Europa e in Asia. Nato nel 1965 nella leggendaria famiglia di musicisti gitani, discendente da János Bihari, Roby Lakatos si è avvicinato alla musica fin da bambino, all’età di nove anni ha fatto il suo primo debutto come primo violino in una band gitana. La sua musicalità si è arricchita non solo grazie alla sua famiglia ma anche grazie agli studi al Conservatorio Béla Bartók di Budapest, dove nel 1984 ha vinto il primo premio. Ha collaborato con Vadim Repin e Stéphane Grappelli e il suo talento è stato elogiato da Sir Yehudi Menuhin. Nel 2004, Lakatos è apparso con grande successo insieme alla London Symphony Orchestra al festival per orchestre “Genius of the Violin” accanto a Maxim Vengerov. Quando Roby Lakatos unisce la musica classica con la magia della vitalità gitana ungherese, il risultato non è una mancanza di rispetto nei confronti del patrimonio colto elevato, ma piuttosto un avvicinamento alle radici e alla cultura del popolo gitano che offre un rinnovato e fresco piacere agli ascoltatori e agli amanti della musica. Come Liszt, Brahms e altri ha usato i toni ungheresi nelle sue composizioni, dando la possibilità al pubblico di approfittare ed apprendere quanto più possibile dal confronto tra musica classica e musica gitana. Lászlo Bóni, secondo violino, nato a Budapest nel 1968, ha studiato con il padre di Roby Lakatos, suonando nella sua orchestra ed ha ottenuto nel 1987 il diploma in violino gitano. Ha trascorso sei mesi in Giappone, esibendosi in trio in tutta Europa. Robert Fehér, contrabbassista, è nato a Budapest nel 1987. Inizialmente ha studiato pianoforte, per poi passare al suo attuale strumento, formandosi con Lajos Duduj. Dopo gli studi alla Liszt Music Academy, si è diplomato in contrabbasso nel 2004 per poi perfezionarsi al Conservatorio di Bruxelles. László Balogh, è nato a Budapest nel 1987. Ha iniziato a studiare musica all’età di 6 anni con Agnes Székely, per proseguire poi gli studi di chitarra con Veronika Ravasz in Ungheria. Innamorato della musica jazz e gitana, dopo un apprendistato di un paio di anni, è diventato il primo chitarrista del Roby Lakatos Ensemble. Jenö István Lisztes, fratello del famoso cimbalista, è nato a Budapest nel 1986. Ha studiato cimbalom con Agnes Székely e successivamente ha studiato musica classica e gitana con Jenö Soros. A soli dodici anni ha vinto il Racz Aladar Cimbalom Competition. Dal 2005 sta studiando al Liszt Music Academy a Budapest. Frantisek Janoska, pianista, è nato a Bratislava nel 1986. Ha studiato con Peter Cerman e con Juraj Tandler al Conservatorio Statale di Bratislava. Frantisek ha vinto l’International Liszt Competition in Ungheria nel 2002 e, nel 2006, ha vinto il Concorso Martial Solal a Parigi. Attualmente si sta perfezionando con Roland Keller alla Music & Performer School di Vien. Martedì 13 gennaio 2008, ore 20.45 Teatro Lorenzo da Ponte - Vittorio Veneto (TV) Roby Lakatos Ensemble   Roby Lakatos violino Lászlo Bóni violino Robert Féhér contrabbasso László Balogh chitarra Jenö István Lisztes cimbalom Frantisek Jánoska pianoforte Biglietti: Intero I settore € 20,00 – II Settore € 15,00; Ridotto I Settore € 15,00 – II Settore € 10,00 Info: Teatri SpA – Società strumentale della Fondazione Cassamarca Tel. 0422540480 biglietteria@teatrispa.it www.teatrispa.it