Error message

Il file non può essere creato.

La Snaidero difende (per) la vittoria

Basket
[img_assist|nid=10055|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]UDINE - La Snaidero vince una partita tesa, combattuta e giocata punto a punto fino agli ultimi minuti. La vince perseguendo con forza il suo piano partita (ingabbiare la fonte di gioco felsinea, il playmaker Jenkins) e la vince nonostante la prova incolore del suo faro Jerome Allen. Ancora una volta positive le prestazioni dei neoacquisti Schultze, Green e soprattutto Sales. Domenica al Carnera arriva la Legea Scafati di coach Teo Alibegovic.

Snaidero Udine - Upim Fortitudo Bologna 70-61

Cronaca

L'atmosfera prima della palla a due è stranamente (per il Carnera) elettrica. La ragione? L'amore che lega le due tifoserie. Per tutta la partita, infatti, si insultano senza soluzione di continuità.

L'inizio è tutto di Sales che prima stoppa Thomas e poi serve un assist per i primi tre punti di Nate Green, il quale va a canestro anche da due con una bella penetrazione. Il centro di Bloomsfield, sarà l'MVP della partita, piazza anche una tripla di tabella (4 nella partita per la Snaidero!) e un bel canestro in fade away. Bologna fa fatica ma resta in vita grazie al tiro dall'arco: Cittadini, Mancinelli e Jenkins bruciano 3 volte la retina. A 4 minuti dalla fine del quarto fa il suo esordio in campionato Michele Antonutti. Partita incolore la sua. Dopo uno scambio di 1 contro 1 da campetto tra Jenkins e Allen - i due saranno gli antieroi della partita - è ancora Cittadini a segnare da tre per il pareggio bolognese. Zacchetti entra in campo, in tempo per scoccare due tiracci e concedere a Thomas un 2+1. L'animale da rimbalzo (definizione di Sales) bolognese segna la fine del quarto con un canestro su rimbalzo d'attacco.

L'inizio del secondo quarto vede ancora Zacchetti impegnato a concedere un 2+1 a Thomas permettendo a Bologna di mettere il naso avanti per la prima volta. Pancotto non gradisce e gli indica la panchina. Joel non rientrerà più in campo. In campo entra, invece, l'ex-triestino Calabria e fa[img_assist|nid=10056|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=427] quello che sa fare bene: infila una tripla. Ma prima Schultze, con una schiacciata in contropiede, e poi Allen, con una tripla, riportano Udine avanti di 3. Ma due perse di Allen e Schultze convincono coach Pancotto a chiamare il primo time out della partita. Al ritorno in campo Jenkins brucia Sales per un facile appoggio. Il centro della Snaidero risponde subito dalla media portando la Snaidero sul +6. Allen sbaglia una tripla in transizione permettendo a Bologna di correre in contropiede e a Torres di mettere 3 punti importanti. Dal potenziale +9 arancione si passa al +3. Il quarto si chiude con l'ennesima schiacciata di Thomas, uno sfondamento di Allen e Cavaliero che salta Penberthy portando Bologna al riposo sul +1, 38-37. Thomas ha già 11 punti e 9 rimbalzi.

Il terzo quarto inizia con il terzo fallo del capitano arancione Di Giuliomaria. L'arsura offensiva della Snaidero (iniziata nella frazione precedente) termina con una tripla di Mike Penberthy, lasciato colpevolmente solo dalla difesa bolognese. Iniziano alcuni minuti di inguardabile pornografia cestistica che raggiunge il climax con un antisportivo di Schultze, per il quale la Snaidero non paga dazio (1/2 ai liberi di Cittadini e fallo in attacco di Bologna). Un bel movimento di DiGiulio su Thomas con canestro in gancio segna l'avvicinamento arancione. L'aggancio avviene con una tripla di Penberthy. Thomas, però, risponde con un canestro da rimbalzo d'attacco, ma ancora DiGiulio incendia il Carnera con una tripla. Sales segna altri due punti, ma Jenkins mette la tripla del pareggio dall'angolo. L'ultima azione del quarto, dopo un bel canestro di Green, è un'orribile palla persa di Mp3 che, fortunatamente per Udine, Bologna non capitalizza e Udine resta avanti di 2: 54-52.

L'ultimo quarto inizia con il movimento marchio di fabbrica di Mancinelli, seguito da un paio di palle perse da Vetoulas e Green. Sale sugli scudi Sales che prima segna il canestro del +1 e poi lancia in contropiede Allen nel più classico dei cherry-pick (con il primo difensore bolognese lontano una decina di metri da Pooh). Ma il play da Philadelphia continua la sua brutta partita sbagliando una tripla mal selezionata, commettendo il 4° fallo e contribuendo ad una violazione di 24". Per fortuna Bologna offensivamente è poca cosa (solo 9 punti nell'intero quarto). Thomas torna protagonista nel bene (con l'ennesima schiacciata su rimbalzo d'attacco) e nel male (con un'interferenza difensiva su Mp3). Un lampo di classe di Allen e l'ennesima schifezza di Jenkins danno il via al parziale decisivo per Udine. Come contro Pesaro è una tripla di Schultze a sancire la fine della partita mandando Udine avanti di 7. Il finale serve solo per le statistiche. Finisce 70-61.

Pagelle

Snaidero

Allen - 5: Non vogliamo pensare che questo sia il vero Allen.

Schultze - 6,5: Sempre utile e preciso al tiro.

Zacchetti - 4: Come i pessimi minuti che gioca. Si riprenderà.

Green - 7: Nate a questa squadra serve eccome. Crea superiorità, va forte a rimbalzo, si crea i propri tiri. Ottimo acquisto.

Antonutti - sv: Partita non giudicabile la sua.

Di Giuliomaria - 6,5: Il capitano si sbatte sotto le plance e tira fuori una partita "gajarda".

Vetoulas - 5,5: Oggi Nikos fa fatica e non punge con le sue consuete triple.

Penberthy - 6: Una media tra il voto in attacco e quello in difesa.

Truccolo - ne

Sales - 7,5: E' vero, Thomas ha preso 16 rimbalzi. Ma lui lo ha comunque limitato e si è fatto valere dall'altro lato del campo. Molto, molto bene!

Lovatti - ne

Maganza - ne

Bologna

Jenkins - 4: Una delle più brutte prestazioni di un (presunto) campione viste in questi anni al Carnera. Sempre in assoluta confusione.

Mancinelli - 5: 1/9 da 2 punti non può garantirgli la sufficienza.

Cittadini - 6: Soprattutto all'inizio si fa sentire da fuori, poi commette errori banali (2 infrazioni di passi davvero ingenue).

Torres - 5,5: Deve ancora entrare in forma, fatica a trovare il canestro anche se i tiri che si prende sono sempre ben selezionati.

Lamma - ne

Cavaliero - 5: Il mulo sente forse il clima da derby (un tiro libero non arriva nemmeno al ferro) e la sua partita è da dimenticare.

Bagaric - 5: Ce lo ricordavamo più intimidatore e con un tocco migliore.

Janicenoks - ne

Kesicki - ne

Thomas - 7,5: Fa partita pari con Sales. E' un vero animale d'area. Da rivedere nella fase difensiva.

Calabria - 5,5: Gioca 23 minuti, qualcosa fa, ma la sua esperienza dovrebbe permettere a Bologna di vincere questo tipo di partite.

Cortese - ne

Post Partita

Mazzon: Dobbiamo essere realisti, in questo momento stiamo fornendo una prestazione offensiva insufficiente per vincere fuori casa. Abbiamo tenuto la Snaidero a 70 punti e abbiamo preso più rimbalzi e fatto più recuperi. Però se tiriamo così da due e ai liberi (33% da 2 e 54 ai liberi) non andiamo da nessuna parte.

Pancotto: Una partita difficile, vinta con una grande difesa, pensata per togliere dalla partita Horace Jenkins. Sono molto soddisfatto.

Di Giuliomaria: I tifosi ci credevano e non siamo felici di aver regalato loro questa soddisfazione. Abbiamo vinto stringendo le maglie difensive quando le cose in attacco non andavano. Questa è la differenza con la partita di Avellino.

Sales: La sfida con Thomas è stata stimolante, una di quelle che fa piacere giocare. Lui è un animale da rimbalzo, ma siamo comunque riusciti a limitarlo mettendogli un corpo addosso in difesa. Io sto bene adesso, dopo la rottura della caviglia quando giocavo in Francia e le insufficienti terapie fatte a Istanbul, qui ho trovato una persona straordinaria come Gigi Sepulcri che ogni giorno lavora sulla mia condizione fisica e sulla mia mobilità. Ero insoddisfatto delle mie prime prestazioni e adesso sto migliorando.