L'enfant prodige del jazz italiano Francesco Cafiso con il suo quartetto a Vittorio Veneto

Vittorio Veneto (TV) - Sabato 21 marzo alla ore 20.45 al Teatro Lorenzo Da Ponte di Vittorio Veneto si terrà il concerto del Quartetto di Francesco Cafiso, vero e proprio enfant prodige del jazz italiano, nato a Vittoria (Ragusa) il 24 maggio 1989. Già a nove anni inizia a muovere i primi passi con jazzisti di fama internazionale (Bob Mintzer, George Gruntz, Gianni Basso). Nel 2001 vince il premio intitolato a Massimo Urbani e nel luglio 2002, ospite del festival di Pescara, viene notato da Wynton Marsalis, che lo chiama nel suo sestetto per il tour europeo del 2003. Da allora, Francesco ha suonato nei festival e nei clubs più importanti del mondo. Trionfa nel 2004 ad “Umbria Jazz”, e si reca sempre più frequentemente a New York, dove suona nella Lincoln Center Orchestra, ancora diretto da Marsalis. Costituisce quindi un quartetto stabile con Riccardo Arrighini, pianoforte, Aldo Zunino, contrabbasso, Stefano Bagnoli, batteria. Dopo quello intitolato ad Urbani, Cafiso vince numerosi ed importanti premi, nazionali ed internazionali, tra cui l’EuroJazz a Lecco, l’International Jazz Festivals Organization Award a New York, la World Saxophone Competition a Londra, il Django d’Or a Parigi. Per migliorare l’inglese, ma soprattutto per fare ulteriori esperienze musicali si stabilisce per un breve periodo a New Orleans, dove suona con Ellis Marsalis, Jason Marsalis, Thadeus Richard, Bob Franch, Maurice Brown ed altri importanti musicisti del luogo ricevendo delle lezioni speciali da Alvin Batiste. Nel 2005 lo Swing Journal, autorevole rivista giapponese di musica jazz, gli conferisce il New Star Award, riconoscimento riservato ai talenti stranieri emergenti e subito dopo si afferma nel Top Jazz, referendum indetto dalla rivista italiana Musica Jazz, che lo proclama miglior nuovo talento dell’anno. Nonostante l’età il sassofonista siciliano sa confrontarsi brillantemente con jazzisti italiani del calibro di Franco D’Andrea, Enrico Rava, Dado Moroni e Sandro Gibellini, ma frequenta anche collaudate sezioni ritmiche americane, suonando al fianco di Mulgrew Miller, Ray Drummond o Ben Riley. Scoperto dal discografico Paolo Piangiarelli, Cafiso pubblica i suoi primi album per l’etichetta Philologhy. Un largo successo riscuote nel 2004 il doppio “live” del suo quartetto, Tribute to Michel Petrucciani, ma particolarmente riusciti sono anche i quattro dischi dedicati a Tom Jobim così come il duo registrato al fianco di D’Andrea. Dopo aver inciso New lullaby per la Venus, con una sezione ritmica americana guidata dal pianista David Hazeltine, riceve consensi ancor maggiori con i successivi Cafiso Quartet & Strings (Tribute to Charlie Parker) (2004, Giotto) – che si rifà all’analogo disco registrato con gli archi da “Bird” Parker nel 1949 – ed Happy time, in quartetto, ancora dedicato a Parker, sua prima incisione per la celebre etichetta romana Cam Jazz. È del 2007 l’uscita nelle edicole, per l’editoriale La Repubblica, di un disco “live” registrato alla Casa del Jazz di Roma in trio con Sandro Gibellini e l’inseparabile Zunino. Il disco più recente di Cafiso, ancora pubblicato da Venus, è Seven steps to heaven, in quartetto con Andrea Pozza al pianoforte. Nel febbraio 2007 consegue il diploma in flauto traverso con il massimo dei voti presso il Liceo Musicale Parificato Vincenzo Bellini di Catania, sotto la guida di Elena Favaron. Nello stesso istituto continua a studiare pianoforte jazz. Nel quartetto che ascolteremo a Vittorio Veneto Cafiso è accompagnato da Dino Rubino, giovane pianista siciliano – sul cui talento tutti sono pronti a scommettere – e dalla coppia ritmica formata da collaudati veterani come Riccardo Fioravanti al contrabbasso ed Enzo Zirilli alla batteria.   Sabato 21 marzo 2009, ore 20.45 Teatro Lorenzo Da Ponte - Vittorio Veneto (TV) Francesco Cafiso Quartet Francesco Cafiso: sax contralto Dino Rubino: pianoforte Riccardo Fioravanti: contrabbasso Enzo Birilli: batteria   Concerto organizzato in collaborazione con ZOOGAMI   Biglietti: Intero I settore € 20,00 – II Settore € 15,00; Ridotto I Settore € 15,00 – II Settore € 10,00 Speciale Giovani fino a 19 anni: € 8,00 per i posti disponibili in vendita il giorno dello spettacolo su presentazione di documento d’identità.   Info: Teatri SpA – Società strumentale della Fondazione Cassamarca tel. 0422540480 biglietteria@teatrispa.it www.teatrispa.it