Error message

Il file non può essere creato.

L'ensemble Modo Antiquo esegue il vivaldiano Juditha Triumphans al Giovanni da Udine

Classica
[img_assist|nid=10125|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]UDINE – Doppio appuntamento, al Teatro Nuovo, con la Stagione musicale firmata da Carlo de Incontrera e con la Stagione di Prosa firmata da Michele Mirabella. Venerdì 26 ottobre, alle 20.45, l’ensemble Modo Antiquo eseguirà su strumenti originali il capolavoro di Vivaldi Juditha Triumphans, mentre domenica 28 ottobre, alle 17.00, prenderà il via con Giocagiocattolo la quinta edizione della rassegna per bambini A Teatro da Giovanni (diretta dal Teatro&Scuola dell’Ert e dal “Giovanni da Udine”). Ma osserviamo, da vicino, le due proposte… Unico oratorio vivaldiano di cui sia stata conservata la partitura, Juditha Triumphans è considerato uno dei vertici del grande compositore. Portata sulle scene per celebrare la vittoria della Serenissima sui turchi, l’opera si presenta come un Carmen Allegoricum, tras?gurando una vicenda biblica in uno specchio politico-propagandistico dell’ultima vittoria della repubblica veneta. Il libretto, composto in latino da Jacopo Cassetti, offrì a Vivaldi l’occasione per dipingere un vero e proprio affresco musicale nel quale esaltare - in una concezione tipicamente operistica - tutte le passioni, dalle più tenere alle più furiose. Con questa rappresentazione, Federico Maria Sardelli e il suo Modo Antiquo ricostruiscono l’organico strumentale e lo stile interpretativo originari. Cosa fanno, i giocattoli, durante la notte? Dormono? Cosa sta succedendo, allora, nel buio? Rumori. Musica. Colori… L'orsacchiotto, la bambola e il pagliaccio non stanno dormendo: stanno giocando da soli. E raccontano una storia: la storia di un bambino che aveva una paura segreta, i giocattoli erano suoi amici e la facevano andare via… «Giocagiocattolo», diretto da Jolanda Cappi e Giuly Colucci, è[img_assist|nid=10126|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=433] uno dei piccoli capolavori realizzati dal Teatro del Buratto, un gruppo che, negli ultimi 30 anni, ha sempre dedicato un’attenzione particolare al momento musicale, all’aspetto pittorico, grafico, d’immagine, nella direzione di un “teatro totale” dove alle consuete tecniche d’attore, che fanno uso di linguaggi verbali e gestuali, si accompagna una ricerca nel teatro d’animazione (pupazzi, oggetti, forme) secondo le tecniche più diverse. Info: tel. 0432248418 www.teatroudine.it