Error message

Il file non può essere creato.

The Australian Pink Floyd Show al Palasport Forum di Pordenone

E20
Per la prima volta al mondo nella storia dei concerti gli effetti visivi 3D stereographic dal vivo

PORDENONE - Steve Mac e compagni non sono sicuramente uomini comuni e sapevano fin dagli esordi, nel lontano 1988, quello che avrebbero scelto di fare: diventare la più importante tribute band dei Pink Floyd. Oggi il loro sogno, dopo centinaia e centinaia di concerti in tutto il mondo, si può dire realizzato.

The Australian Pink Floyd Show (a.k.a. TAPFS) sono un nome ormai popolare anche per i numerosissimi fan italiani dei Pink Floyd, che da anni affollano le date del più spettacolare Tributo al Mondo dello storico gruppo britannico.
Dopo l’ultimo tour, che portava sul palco i successi di quattro album diversi, ecco il ritorno al single album show con il capolavoro assoluto The Dark Side of the Moon.
Oltre al nuovo album un’altra grandiosa novità sarà presentata per la prima volta al mondo nella storia dei concerti rock dai TAPFS nella loro tournee europea: gli effetti visivi 3d Stereographics.
A grande richiesta, la band australiana tornerà in tour anche nel nostro Paese, prodotta da Barley Arts, con quattro imperdibili appuntamenti a metà aprile. La tournée partirà venerdì 15 aprile 2011 dal Palasport Forum di Pordenone, appuntamento organizzato da Azalea Promotion in collaborazione con il Comune di Pordenone, per poi proseguire toccando le città di Mantova, Pesaro e Milano.
La band ha reclutato John Attard, la leggenda degli effetti visivi hollywoodiani che ha lavorato in film quali Il Gladiatore, L’Ultimo Samurai, Harry Potter, Holes – Buchi nel Deserto e molti altri. Attard ha pensato di intensificare gli show con elementi 3D tali da incrementare il coinvolgimento del pubblico durante gli stessi, portandolo in una dimensione completamente nuova. Tutto lo show è così un sovraccarico di effetti visivi per tutti i cinque sensi. Non solo dal punto di vista degli effetti visivi, ma anche grazie al suono quadrifonico che permette di sentirsi immersi nello stesso.
I Pink Floyd hanno sempre presentato delle esperienze multimediali e sembrava più giusto che i The Australian Pink Floyd Show fossero i primi a portare l’esperienza 3D in un concerto rock.
Gli effetti 3D utilizzati negli show dei TAPFS sono gli stessi utilizzati nei cinema. Il pubblico indossa gli occhiali 3D polarizzati, le immagini stereo vengono inviate agli occhi ed al cervello che le percepiscono in 3D. Fate particolare attenzione alla canzone “Eugene” dove il pubblico potrà sperimentare esplosioni delle TV in 3D ad altissima velocità!
A tutto questo aggiungete l’impareggiabile show di luci laser, il suono quadrifonico e ovviamente gli immancabili gonfiabili per un’esperienza incredibile e spettacolare.
La prima esibizione ufficiale di The Australian Pink Floyd Show risale al 1993 quando Lee Smith (alla chitarra), Grant Ross (alla batteria), Jason Sawford (alla tastiera), Steve Mac (alla chitarra e voce) e Colin Wilson (al basso e voce) suonarono a ‘The First International Pink Floyd Fan Convention’ al Wembley Convention Centre, evento organizzato in collaborazione con la fanzine dei Pink Floyd, riscuotendo un notevole successo tra i fan più affezionati della storica band inglese.

L’anno di culto per la band australiana è il 1994 quando il grande frontman dei Pink Floyd David Gilmour, dopo aver assistito al loro show a ‘The Fairfield Halls’ in Croydon (Australia), rimase talmente colpito dalla band che li ufficializzò e li invitò a suonare all’after-show party per celebrare la fine del tour ‘The Division Bell’ all’Earl’s Court di Londra.
Ma non solo, la tribute band infatti ebbe l’onore di suonare con Gilmour anche nel 1996 in occasione del suo cinquantesimo compleanno. Da allora gli spettacoli dei THE AUSTRALIAN PINK FLOYD SHOW hanno girato il mondo dagli Stati Uniti all’Europa, dal Canada al Cile fino all’Asia senza naturalmente tralasciare l’Australia, loro terra natale.
La forza e soprattutto la longevità di una tribute band come i THE AUSTRALIAN PINK FLOYD SHOW consiste nella sempre più ricercata somiglianza ai live dei Pink Floyd dove luci psichedeliche, laser ed effetti speciali ricreavano spettacolari situazioni paranormali. Durante gli show della band australiana tutto ciò non manca, anzi: in due ore e mezzo di concerto il palcoscenico diventa un vero e proprio schermo gigante sul quale luci e laser proiettano raggi colorati, il loro movimento ricrea giochi psichedelici mentre immagini ed animazioni si alternano rapidi sugli schermi laterali ricreando sensazioni incredibilmente particolari.

Venerdì 15 aprile 2011, ore 21:00

Palasport Forum - PORDENONE

The Australian Pink Floyd Show - The Dark Side of the Moon

Biglietti: da 20 a 35 euro, più diritti di prevendita disponibili nei punti vendita autorizzati Azalea Promotion, Box Office e sul circuito online www.ticketone.it

L'appuntamento, prodotto da Barley Arts, è organizzato da Azalea Promotion in collaborazione con il Comune di Pordenone,

Info: Azalea Promotion

tel. 899 325226

info@azalea.it

www.azalea.it