Pordenonelegge 2010: presentato il programma definitivo

Rassegne
Oltre gli ospiti già annunciati anche un'incontro con Oliviero Toscani e Renzo Di Renzo

PORDENONE – E' stato presentato questa mattina, nell corso di una conferenza stampa alla Fiera di Pordenone, il programma ufficiale dell'edizione 2010 di pordenonelegge.it, la Festa del Libro con gli Autori in programma dal 15 al 19 settembre.

Il cartellone conta quest’anno su ben 237 ospiti italiani e internazionali – scrittori, editori, giornalisti, filosofi, sociologi, artisti, scienziati … - chiamati a confrontarsi in oltre 150 incontri ed eventi programmati nelle 37 location del centro storico di Pordenone. E saranno diciannove le anteprime letterarie di scena al festival: diciannove autori che, con le loro case editrici, hanno scelto la Festa del Libro di Pordenone come vetrina inaugurale per la loro ultima fatica. Sono Corrado Augias, Franco Battiato, Gillo Dorlfes, Katie Hickman, Giulio Giorello, Tahar Ben Jelloun, Rachel Kuschner, Michel Le Bris, Victor Lodato, Gianfranco Manfredi, David Montgomery, Boris Pahor, Emilio Rigatti, Davide Rondoni, Pino Roveredo, Massimiliano Santarossa, Eric-Emmanuel Schmitt, Stefano Zecchi, Paolo Zellini.

Sarà proprio lo scrittore e giornalista Corrado Augias, venerdì 17 settembre, a inaugurare il festival con una lezione magistrale dedicata a Perché leggere (ore 18.00, Teatro Verdi), mentre l’anteprima di pordenonelegge.it si preannuncia nel segno della collaborazione con il Premio Campiello Letteratura: è dedicata alla vincitrice 2010, Michela Murgia, la serata di mercoledì 15 (ore 21.00, Convento di San Francesco), che vedrà protagonisti anche il linguista Gian Luigi Beccaria e il critico letterario Salvatore Silvano Nigro, componenti della Giuria dei Letterati. E giovedì 16 settembre, alle 10.30, sempre nel Convento di San Francesco i riflettori saranno puntati sul Premio Campiello Giovani, con l’incontro dedicato al vincitore ed ai finalisti della XV edizione del Premio Campiello Giovani, affiancati dall’autrice udinese Valentina Brunettin, già vincitrice del Premio Campiello Giovani nel 1998.

Annunciato oggi un fuori programma d’eccezione: l’incontro che vedrà protagonisti il fotografo e ‘comunicatore’ Oliviero Toscani e Renzo Di Renzo, già direttore creativo di Fabrica e oggi della Fondazione Buziol (mercoledì 15 settembre, ore 18.30 – Palazzo Montereale Mantica). Sarà un dialogo avvincente intorno al rapporto fra lavoro e creatività, con molti interrogativi sul campo: ci si chiederà, per esempio, se è sufficiente oggi contare su preparazione e competenza per affrontare il mondo del lavoro; ma anche come si può indirizzare e potenziare la propria spinta innovativa e creativa, per coniugarla in modo ottimale all’esperienza ed al know how professionale. Un’occasione davvero preziosa per i giovani e per gli operatori del settore sul territorio.

Fra gli elementi di novità, evidenziati nella presentazione di oggi, spicca certamente il percorso Storie di sport, promosso dall’Assessorato regionale allo Sport in collaborazione con il Messaggero Veneto: un ciclo di incontri con giornalisti sportivi, narratori e grandi campioni, ideato non solo per rievocare memorabili vicende di trionfo e di sconfitta, ma anche e soprattutto per evidenziare il valore educativo dell’attività sportiva. Si collega a questa serie di incontri la campagna di sensibilizzazione per la raccolta di fondi al fine di costruire un Villaggio dello Sport in Kenya (Friuli Venezia Giulia Camp) con il sostegno, oltre che della Regione, di numerose istituzioni. Gli appuntamenti saranno dedicati a Maratona e ultramaratona: alla ricerca dei propri limiti, protagonisti Orlando Pizzolato, Marco Olmo e Daniele Menarini (venerdì 17 settembre, ore 20.30 Biblioteca Civica, Chiostro - in caso di pioggia Auditorium della Regione); alle “Idee del calcio”, con Mario Sconcerti e Alessandro Cannavò (sabato 18 settembre, ore 11.30 Biblioteca Civica, Chiostro - in caso di pioggia Auditorium della Regione); al Romanzo di un campione del suo tempo, protagonista il recordman dei Giochi Olimpici di Roma 1960 Livio Berruti, con il giornalista sportivo Claudio Gregori (Convento di San Francesco, sabato 18 settembre ore 17.00); ed a “Luigi Musina. La boxe, Gorizia, il suo tempo”, con la partecipazione di Nino Benvenuti, Guido Barella, Umberto Sarcinelli e dell’assessore regionale Elio De Anna (domenica 19 settembre ore 11.00, Biblioteca Civica, Chiostro - in caso di pioggia Biblioteca Civica, Sala Incontri).

Annunciata oggi un’ulteriore variazione rispetto al programma: l’imperdibile incontro-scontro giocos tra un comico e uno scrittore, Dario Vergassola e Maurizio Maggiani, che nella serata di venerdì 17 settembre (ore 21, Teatro Verdi) si confronteranno in scena sui grandi temi della letteratura. Maggiani mette all’indice Vergassola schiuderà un gustoso ‘ring’ comico-letterario, condito dalla vena comica e dissacratoria di Vergassola e dalla intelligenza poetica di Maggiani. Le battute al fulmicotone cui ci ha abituato Vergassola si mischieranno a voli pindarici, temi serissimi e stimoli sull’attualità. Il tutto ovviamente giocato con leggerezza e arguzia.

Davvero numerosissimi i grandi protagonisti di pordenonelegge.it 2010, fra i quali ancora ricordiamo il vincitore del Premio Strega Antonio Pennacchi, oltre a Francesco Alberoni, Silvia Avallone, Edoardo Boncinelli, Stefano Bordiglioni, Mauro Corona, Mauro Covacich, Sandrone Dazieri, Alessandro D´Avenia, Ildefonso Falcones, Marcello Fois, Esther Freud, Umberto Galimberti, Ernesto Galli Della Loggia, Roberto Giacobbo, Massimo Gramellini, Margherita Hack, Michael Ondaatje, Eugenio Scalfari, Cathleen Schine, Mikhail Shishkin, George Steiner, Paco Ignazio Taibo II, Wu Ming 2.

Scorrendo gli itinerari tematici del festival, si evidenza il percorso dedicato a un tema di forte attualità, quello della crisi economica, delle proposte “antispreco” e degli emergenti green jobs: protagonisti, fra gli altri, Pietro Ichino, Pierluigi Celli, Maurizio Pallante, Serge Latouche, Massimo Cirri, Andrea Segrè, Cristina Gabetti, Ilvo Diamanti e Fabio Salviato. Dagli incontri e dialoghi di scienza e filosofia affioreranno suggerimenti nuovi e antichi per vivere il nostro tempo: al festival faranno tappa Salvatore Settis, Giuseppe Barbieri, Gillo Dorfles, Umberto Galimberti, Salvatore Veca, Giulio Giorello, Maurizio Ferraris, Silvano Petrosino, Andrea Moro, Paolo Zellini, Eugenio Borgna. Anche ai rapporti fra storia e letteratura è dedicato un percorso di incontri, e soprattutto il Premio FriulAdria La storia in un romanzo, nato dalla collaborazione fra pordenonelegge.it e il festival goriziano èStoria. Quest’anno verrà premiato il fumettista ebreo americano Art Spiegelman, padre della graphic novel ed autore della celebre opera Maus. Molti anche gli incontri e le proposte dedicati ai sentimenti, con dialoghi fra Paolo Ruffilli e Pino Roveredo, Alessandro D’Avenia e Silvia Avallone, Valentina Brunettin e Mary Barbara Tolusso. Nella giornata di venerdì 17 settembre, inoltre, sarà la scienza a rileggere i sentimenti: otto grandi scienziati tracceranno la Mappa dei sentimenti 2010, scandita da otto incontri e dalle ‘definizioni’ di otto scienziati: Margherita Hack (speranza), Edoardo Boncinelli (amore), Claudio Bartocci (invidia), Giovanni Bignami (felicità), Carlo Flamigni (odio), Danilo Mainardi (amicizia), Luigi Luca Cavalli-Sforza (inquietudine) e Giorgio Celli (gelosia).

Ancora una volta spicca il percorso dedicato alle Parole in scena, un viaggio fra spettacolo e letteratura: grandissimi protagonisti per questa edizione 2010, come Dario Argento, chiamato a raccontare le tappe fondamentali della sua straordinaria carriera e il suo rapporto con la scrittura, e Franco Battiato, che a pordenonelegge 2010, in occasione dell’uscita della videopubblicazione curata da Bompiani, racconterà per la prima volta la sua ammirazione per Gesualdo Bufalino, presentando il film da lui dedicato al grande autore siciliano. E tornerà il rave letterario “carnediromanzo”, come sempre affidato a Natalino Balasso e Massimo Cirri, mentre Anna Bonaiuto presenterà il reading “Scendo, buon proseguimento”, in omaggio alla scrittrice Cesarina Vighy, recentemente scomparsa. E Michele Placido sarà impegnato nel recital “Cristo nella letteratura d’Italia”, mentre Gabriele Vacis e Massimo Gramellini ci inviteranno “Alle terme dell’anima”, per dialogare di sentimenti.

Un importante percorso di tre incontri, nell’anno che libera dai diritti il corpus dell’Opera di Sigmund Freud, è curato dal critico letterario e giornalista Enzo Golino, per approfondire le conseguenze che questa scadenza produrrà nel tempo sul mercato editoriale, così come rispetto al ruolo della psicoanalisi nel nostro tempo. Numerosi gli esperti chiamati a confrontarsi, a pordenonelegge.it: Antonio Alberto Semi, Gilberto Corbellini, Anna Oliverio Ferraris, Ernesto Franco, Renata Colorni, Renzo Guidieri, Cesare Viviani, Mario Lavagetto e Citto Maselli. Non rientra nel percorso fra psicoanalisi e letteratura, ma va senz’altro menzionato l’incontro che pordenonelegge.it propone quest’anno con la scrittrice londinese Esther Freud, figlia del pittore Lucian Freud e pronipote di Sigmund: a pordenonelegge.it presenterà, sabato 18 settembre (ore 19, palazzo Montereale Mantica) il libro “Innamoramenti”, edito in Italia da Voland, nel corso dell’intervista condotta da Laura Pagliara.

La rassegna, giunta quest’anno all’11^ edizione, come sempre e curata da Gian Mario Villalta (Direttore Artistico), Alberto Garlini e Valentina Gasparet ed è promossa dalla Camera di Commercio I.A.A. di Pordenone attraverso la propria Azienda Speciale ConCentro e sostenuta da Regione Friuli Venezia Giulia, Provincia di Pordenone, Comune di Pordenone, Fondazione CRUP, Pordenone Fiere, Banca Popolare FriulAdria e Cinemazero.

Info: www.pordenonelegge.it