Error message

Il file non può essere creato.

Snaidero Suns

Basket

[img_assist|nid=4814|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]UDINE - Abbiamo perso contro i Phoenix Suns. In vent'anni di carriera non mi è mai capitata una partita così. E non posso dire niente ai miei giocatori perchè hanno fatto una buona prestazione.  Parole e musica dell'amato (almeno dal pubblico) ex Matteo Boniciolli, coach dell'Air Avellino, l'ultima vittima delle vendemmie casalinghe degli arancione.

Non c'è molto altro da dire su una partita che ha visto la Snaidero mandare in doppia cifra ben 6 giocatori, nonostante un Jerome Allen ampiamente al di sotto dei suoi standard.

Grandiosa è stata la partita di Silvio Gigena (19 punti, 7 rimbalzi e il 100% al tiro), mentre finalmente capitan Di Giuliomaria - tiri liberi a parte - ha fatto vedere una prestazione al livello di quelle dell'annata scorsa. L'Air Avellino ha mostrato buone individualità in Curry, Strong e, soprattutto, Radulovic, ma nulla ha potuto contro le percentuali di tiro della Snaidero. La vittoria su Avellino chiude definitivamente per la Snaidero il discorso salvezza, mentre per pensare di avvicinare la zona nobile della classifica sarebbe necessario cominciare a vincere anche lontano dal Carnera.

Cronaca

Avellino in campo con Zimmermann-Curry-Rossetti-Radulovic-Jamison. La Snaidero schiera Allen-Penberthy-Antonutti-DiGiuliomaria-Jaacks. L'inizio è di Radulovic che crea per Jamison e segna una tripla. Di Giulio e Penberthy gli rispondono. Il primo tentativo di allungo è degli irpini che approfittano di un Allen sotto tono per portarsi avanti, anche grazie alle triple delle riserve Dorkofikis e Strong. Dopo una stoppata di Damon Williams a Radulovic sono Penberthy e Valters a ricucire lo svantaggio.

L'ingresso del lettone dà verve alla Snaidero che si riporta in vantaggio, salvo essere recuperata sulla[img_assist|nid=4815|title=|desc=|link=none|align=right|width=427|height=640] sirena da Curry. I primi 10 minuti si chiudono sul 27 pari. Curry apre il secondo quarto con una tripla, alla quale risponde immediatamente Jaacks. E', però, Valters, ben supportato da un grande Silvio Gigena (8 punti in un amen) a dare il primo vantaggio significativo alla Snaidero sul 38-32. Penberthy prova un improbabile alley-oop per Allen, Zimmerman prende il rimbalzo, si fa tutto il campo e piazza una schiacciata poderosa (dall'alto del suo 1.88). La Snaidero alternando grandi giocate (due triple di Antonutti e Di Giuliomaria) a errori banali (palle perse e Di Giulio che si fa stoppare da Zimmermann) riesce a mantenere un buon margine di vantaggio fino al 54-44 di fine quarto.La terza frazione si apre con un bel gancio del capitano arancione e con i primi due punti, in contropiede, di Allen.

La Snaidero si porta sul +14 che - dopo i canestri di Penberthy, Jaacks e Antonutti - diventa in due minuti +20 sul 68-48. Boniciolli chiama time-out e dal minuto di sospensione esce una squadra rinvigorita che, grazie anche ad una difesa allungata, piazza un parziale di 11-0, interrotto, manco a dirlo, da una tripla di Gigena. La frazione si chiude sul 79-71. Gli ultimi dieci minuti iniziano ancora con un canestro di Gigena e con Di Giuliomaria che dopo aver sbagliato due liberi, recupera un rimbalzo e segna da tre punti innescando un parziale di 17-4 che, di fatto, mette in ghiaccio la partita. Nel finale c'è tempo per vedere un alley oop mancato da Damon Williams e uno riuscito a Di Giuliomaria, oltre ad un tecnico che chiude anzitempo la serata di Radulovic. Due liberi di Valters fanno 100 per la Snaidero, la terza tripla di Di Giuliomaria sancisce il 105-84 finale. 

Udine

Penberthy - 6,5: Il Mike che tutti si aspettano. Buoni tiri, buone percentuali e la sicurezza del veterano.Bosio - ne

Allen - 5: Ci piange il cuore, ma oggi la squadra gira meglio quando il volante ce l'ha Valters. Male anche al tiro.

Gigena - 8: 100% al tiro, due tap-in fondamentali negli unici momenti di difficoltà della squadra, 7 rimbalzi e pure 2 palle recuperate. Forza Silvio!

Antonutti - 5,5: Gigena lo rileva a metà primo quarto e prende il proscenio. A lui restano le briciole.

Di Giuliomaria - 7,5: E' tornato il Di Giulio dell'anno scorso. Punti, difesa sui lunghi avversari e 9 rimbalzi. La partenza in quintetto gli fa un gran bene.

Williams - 7,5: 11 punti, 8 rimbalzi, 6 assist, 1 stoppata. Statistiche che gli valgono un bel 7. Il mezzo voto è per il taglio di capelli stille afro.

Ganis - ne

Jaacks - 6: Partita sotto il par. Di Giuliomaria, per una volta, gioca più e meglio di lui.Kastmiler - neAdami - ne

Valters - 7: 24 minuti in campo per Kris, con notevoli cambi di ritmo, falli subiti e assist. Le 6 palle perse sono l'unica nota stonata della sua partita. 

Avellino

Radulovic - 6,5: Meriterebbe un voto maggiore per come, nel primo tempo, tiene a galla Avellino. Nel finale si fa fischiare il 5° fallo con un tecnico.

Jamison - 6,5: Fisicamente potrebbe essere uno dei centri più dominanti della Lega. Boniciolli gli preferisce a lungo Dorkofikis.

Curry - 6,5: Il devotissimo Ramel non è in una delle sue giornate migliori. Ciononostante ne segna 15, con 5 rimbalzi e 2 assist.

Strong - 7: Fisico possente ma mano molto educata. Ottimo tiratore e giocatore di sostanza.

Petrov - 5: Dalla panchina non gli riesci di cambiare ritmo al match.Dorkofikis - 6,5: Approfitta dello spazio che i lunghi udinesi gli lasciano dall'arco per infilare un paio di triple, oltre a qualche canestro di pura voglia.Rossetti - 5: 9 minuti in campo senza lasciare il segno.Frascolla - neZimmermann - 5,5: Play d'ordine. La sua partita s'infiamma nel secondo quarto quando stoppa DiGiulio e pianta una schiacciata notevole. Maioli - neFrascolla - neLisicky - 5: Aveva ucciso la partita d'andata. Oggi non è pervenuto.