Il paese dei campanelli in scena al Teatro Nuovo Giovanni da Udine

Operetta
Martedì 8 febbraio l'appuntamento con una delle operette più amate e applaudite di tutti i tempi

UDINE – Grande attesa, al Teatro Nuovo, per il ritorno dell’operetta: martedì 8 febbraio, alle 20.45, andrà in scena Il paese dei campanelli, uno dei titoli più amati e applauditi di tutti i tempi.

Gli interpreti principali sono Umberto Scida, Elena D’Angelo e Armando Carini. Regia e coreografia portano la firma del belga Serge Manguette. Sul podio, Orlando Pulin.
Cenerentola del teatro musicale, l’operetta continua a prendersi le sue belle rivincite sulla cultura cosiddetta “alta” – che la bolla con sussiego come piccola lirica o lirica leggera – e ad attirare la simpatia del pubblico. Oggi come ieri. E come il 23 novembre 1923, quando gli spettatori del Lirico di Milano apprezzarono per la prima volta Il paese dei campanelli, scritto dall’infallibile coppia Lombardo-Ranzato e destinato a un’autentica marcia trionfale!
La trama è nota: su una piccola isola c’è un piccolo paese dove i campanelli si mettono a suonare quando una donna tradisce il marito. Ciò, in realtà, non è ancora mai accaduto, però tutto cambia all’arrivo di una nave militare inglese, costretta all’attracco per un incendio sviluppatosi a bordo. Gli ufficiali scendono a terra e....accade l’inevitabile! Il comandante Hans fa suonare i campanelli con Nela, moglie di Basilio, il marinaio Tom con la bella Bombon, consorte di Tarquinio, e il buffo La Gaffe, per un imperdonabile errore, con Pomerania, la donna più brutta del paese, sposa del borgomastro Attanasio.
Ma La Gaffe, il cui nome dice tutto sulle sue caratteristiche, continua a fare gaffe: la prima è quella di rivelare a Nela che Hans è già sposato; la seconda, e decisiva, è di far arrivare in paese, per un malaccorto scambio di telegrammi, tutte le mogli dei marinai, a cominciare da Ethel, la signora del comandante. E la storia si ripete, ma questa volta a far suonare i campanelli sono le mogli dei cadetti con i pescatori Attanasio, Basilio e Tarquinio.
Dopo questa specie di pareggio, i marinai ripartono con le loro mogli e Bombon, una donna con un passato, non se la prende tanto. Sa bene, infatti, che non bisogna cedere all’amore dei marinai. Magari le resterà solo il ricordo di una vorticosa giava ballata con La Gaffe mentre a Pomerania resterà il ricordo di essere piaciuta a qualcuno. La più disperata è Nela che però, ben presto, tornerà a sperare. Tutto come prima, dunque. Ma c’è proprio da giurare che i campanelli non suoneranno più?

Stagione Teatrale 2010-2011

Martedì 8 febbraio 2011, ore 20:45

Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento, 4 - UDINE

Il paese dei campanelli

con Umberto Scida, Elena D’Angelo e Armando Carin

Regia e coreografia di Serge Manguette

Info: Infopoint del Giovanni da Udine

Tel. 0432248418

info@www.teatroudine.it

www.teatroudine.it