Zucchero - Live in Italy. La due giorni blues di Sugar a Padova e Conegliano

E20
[img_assist|nid=16516|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]PADOVA - Il 6 e il 7 dicembre, a Padova e a Conegliano, Zucchero debutterà nel suo breve Live in Italy... Un doppio appuntamento che chiude un tour mondiale da record, lungo il quale l’artista emiliano ha collezionato sold out ovunque, da New York all’Australia, e ha dimostrato, se ce fosse bisogno, di incarnare più di ogni altro il blues made in Italy. Non ho mai fatto un tour così lungo e non ho mai fatto veramente un album dal vivo inteso come uno o più concerti registrati propriamente per poi farne un disco (Live at the Kremlin era stato registrato casualmente, meno male, su un dat a due piste dal fonico di sala). 207 concerti dal 1 maggio 2007 al 20 dicembre 2008, circa un anno e 7 mesi "on the road" in Europa, Nord America e Canada, Sud America, Australia, Nord Africa, in posti bellissimi e non usuali come Turchia, Marocco, Armenia, Giordania, Isole Mauritius e Reunion, Canarie, Malta e molti paesi dell'est, in Arene e Teatri prestigiosi come Olympia (Parigi), Royal Albert Hall (Londra), Carnegie Hall (New York), Petra (Giordania), Hyde Park (Londra), o magici come l'Arena di Verona e lo stadio di San Siro. Un tour bello, di successo e fortunato con un'audience ovunque molto fedele da anni, a una grande band, ai miei fans e all'amore sincero della gente comune in cui credo e che sarà sempre da me corrisposto. Un’annata magica per il musicista emiliano, che ha collezionato sold out da New York all’Australia, dimostrando una vitalità artistica eccezionale che ha preso poi forma nel recente doppio CD e DVD live. Il nuovo show, che lo vedrà sul palco con un’affiatata band internazionale di musicisti, è costruito attorno ai recenti singoli di Zucchero, ma non mancano i grandi successi, che disegnano un concerto caldo, dove anche l’improvvisazione ha largo spazio. I ritmi ruotano intorno alla tastiera di David Sancious, ex colonna della E-Street Band di Springsteen oltre che di Peter Gabriel, Santana, Sting e Eric Clapton, ai chitarristi Mario Schilirò, storico della Band, a Kat Dyson, già chitarra di Prince (New Power Generation), che improvvisa come una fuoriclasse[img_assist|nid=16517|title=|desc=|link=none|align=right|width=450|height=640] dando alle canzoni accenti black, al bravissimo batterista Adriano Molinari, al mitico Polo Jones al basso, ed a James Thompson al sax, Massimo Greco alla tromba e Beppe Caruso al trombone. Una band che sa seguire Zucchero in luminose improvvisazioni blues e che, divertendosi, rende ogni concerto una jam session, ma anche una festa della musica, Non c’è nulla di patinato nel concerto di Zucchero: dalla musica, dalla scarna scenografia, dagli arrangiamenti, tutto trasmette un sapore di Mississipi , di taverne, di vecchi neri che parlano una lingua biascicata e universale fatta di sangue amore e gloria.La presenza, rispetto al tour del 2007, dei fiati, rende i suoni più caldi e vicini alle tonalità di Oro, Incenso e Birra. Un’aria di casa, antitecnologica, pervade il palco: un contesto ruvido che rappresenta le radici di Zucchero. Il suono vintage pervade sia il nuovo che il vecchio repertorio. Live in Italy 2008 è un tour in cui Zucchero mette la sua vita sul palco, in cui il musicista conferma, ove ce ne fosse bisogno, di essere riuscito a diventare prima di tutto un grande bluesman, ma anche un artista capace di trascinare la gente e far ballare il pubblico. Zucchero - Live in Italy 2008 Sabato 6 dicembre 2008, ore 21.30 Palanet - PADOVA Domenica 7 dicembre 2008, ore 21,30 Zoppas Arena - Conegliano (TV) Polo Jones: Bass David Sancious: Keyboards Mario Schilirò:Guitar Kat Dyson: Guitar Adriano Molinari: Drums James Thompson: Sax tenor, Flute and Sax Baritone Massimo Greco: Trumpet, Flugelhorn Beppe Caruso: Trombone and Bass Trombone Vi sono ancora biglietti disponibili per entrambe le date al botteghino la sera dell’evento Info: tel. 0498644888 www.zedlive.com