Error message

Il file non può essere creato.

Al Verdi di Pordenone Mariangela Melato con l’attesissimo Sola me ne vo

Foyer

[img_assist|nid=9660|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]PORDENONE - Con uno degli spettacoli più attesi del cartellone, il one woman show di Mariangela Melato, riprenderà venerdì 4 gennaio, alle 20.45, nel Teatro Verdi, di Pordenone, la programmazione della stagione organizzata dall’Associazione Teatro.

Sarà dunque lo spettacolo Sola me ne vo, per la regia di Giampiero Solari, in replica il 5 alla stessa ora e domenica 6 gennaio alle 16, a segnare l’avvio del 2008, nel segno di una straordinaria artista, una delle più grandi, nel nostro Paese e simbolo del Teatro italiano. Sola me ne vo è un po’ una piccola avventura teatrale della vita di Mariangela Melato. E’ una parte di lei. Un’occasione per vederla in scena senza “maschera”, o, sarebbe meglio, con una “maschera” diversa, che le assomiglia.
L’idea e il tema dello spettacolo sono lei, la sua sensibilità, i suoi ricordi, la sua immaginazione, la sua ironia e tanta voglia di giocare con se stessa. Lo spettacolo diventa un veicolo per raccontare e far conoscere altri aspetti di sé-attrice e di sé-donna nella vita quotidiana, aspetti poco rappresentati da lei finora in teatro.
Sola me ne vo ci offre la Melato in una veste completamente insolita. Si confronta con un genere per lei nuovo, il one woman show, nel quale racconta storie, recita monologhi intensi e brillanti, canta e balla affiancata da ballerini e musicisti. Ci regala una carrellata di storie inventate e storie vissute, fa considerazioni personali sul modo di vedere la vita, cita testi teatrali di Brecht, Gaber, Shakespeare, Tennessee Williams. Ci racconta della sua Milano degli anni ‘60, del Bar Jamaica e dei suoi inizi nel mondo del teatro. Ci racconta di sé come attrice e come donna che con orgoglio ha fatto della solitudine una scelta di vita ed è così, sola, che si presenta sul palco al suo pubblico.
Amatissima dal pubblico, Mariangela Melato è nata a Milano, dove ha studiato dapprima all’Accademia di Brera e poi all’Accademia dei Filodrammatici, diretta da Esperia Sperani. Ha iniziato la carriera di attrice con il Carrozzone di Fantasio Piccoli, facendosi notare ben presto come interprete di temperamento molto versatile.
Nel corso degli anni è stata capace di passare senza soluzione di continuità e con uguale personalità artistica dal classico al[img_assist|nid=9661|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=425] moderno, dalla tragedia greca al musical, dal dramma psicologico alla farsa, dal teatro al cinema e alla televisione.
Ha lavorato con quasi tutti i maggiori registi della scena italiana. Numerosissimi i premi e i riconoscimenti attribuiti alla sua attività d’attrice teatrale e cinematografica, tra i quali due «Premio Eleonora Duse», quattro «David di Donatello», sei «Nastri d’argento», quattro «Maschere d’oro», tre «Grolle d’oro», due «Premi Ubu», il «Premio Simoni», il «Grifo d’oro della Città di Genova».
Dal 4 Gennaio al 6 fennaio 2008
Venerdì 4 e sabato 5 gennaio, ore 20.45
Domenica 6 gennaio, ore 16.00

Sola me ne vo

di Vincenzo Cerami, Riccardo Cassini, Mariangela Melato, Giampiero Solari
con Mariangela Melato
musicista in scena Lorenzo Capelli
musiche originali, arrangiamenti e orchestrazioni di Leonardo De Amicis
coreografie di Luca Tommassini
scene e luci di Marcello Jazzetti
costumi (corpo di ballo) di Francesca Schiavon
regia di Giampiero Solari
Ballandi Entertainment S.p.a.

Info: www.comunalegiuseppeverdi.it e 0434 247624