Error message

Il file non può essere creato.

La Snaidero supera Varese grazie a Green e Allen

Basket

[img_assist|nid=11498|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]UDINE - Snaidero-Varese è la dimostrazione più lampante della bellezza di questo sport. Una delle più brutte partite viste negli ultimi anni al Carnera è stata, forse, la più emozionante della stagione, con la grande rimonta varesina del 4° quarto e gli intensi ultimi secondi del tempo supplementare, culminati con il canestro della vittoria di Zacchetti a fil di sirena.

La Snaidero, però, è quasi riuscita nell'impresa di resuscitare una squadra alla quale nemmeno le alchimie di Valerio Bianchini sembrano fare effetto. La vittoria ha due nomi, quelli di Nate Green, MVP con 35 di valutazione (21 punti, 10 rimbalzi e 4 assist), e di Jerome Allen, autore di 23 punti. Una menzione particolare va a Joel Zacchetti, autore del canestro decisivo. Joel era entrato a un minuto dalla fine per evitare che Varese facesse fallo su DiGiuliomaria; il capitano, infatti, aveva messo a segno un significativo 0/9 ai liberi. Se avessimo perso - ha dichiarato a fine partita - avrei chiesto alla società di essere ceduto, per la vergogna di una prestazione del genere. Quello 0/9 non può esistere in LegaA, sono davvero amareggiato perché ho rischiato di fare perdere la partita alla mia squadra.

Cronaca

Scarna, scarnissima quella dei primi tre quarti, vissuti sostanzialmente in equilibrio, con la Snaidero capace di "fuggire" a 4/5 punti, salvo poi farsi riprendere da Varese. Al riposo Green ha messo a segno 7 degli 8 tiri tentati, mentre Penberthy ha sparato a salve. Dall'altra parte buone le prove di Boscagin e Melvin. Nell'ultimo quarto gli arancione sembrano poter prendere il largo quando DiGiuliomaria segna una tripla di tabella da 8 metri e la fa seguire da un bel canestro dinamico. Udine a +9 e Varese prova la difesa a zona, puntualmente punita da una tripla di Antonutti, il quale segna anche il +12 chiudendo un contropiede avviato da Green. Udine, però, non ha fatto ancora i conti con il filiforme[img_assist|nid=11499|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=479] messicano Beck, il quale infila 2 triple, dimezzando lo svantaggio. Schultze in 3 minuti diventa l'uomo in più per coach Bianchini. Il tedesco inanella un'infrazione di passi, un tiro sbagliato, un fallo in attacco e, per concludere, un fallo tecnico (il suo 5°). Varese è nuovamente a -4. Nell'ultimo minuto Allen fa 1/2 ai liberi e Galanda riporta ad un solo possesso i lombardi. Dopo un errore arancione Beck segna in transizione la tripla che manda la partita ai supplementari. Nel prolungamento prima Allen e poi Penberthy spingono lontano Udine, ma ancora Beck risponde con un paio di canestri. Udine è a +1 e palla in mano a 20 secondi dalla fine, ma Allen sfonda su Passera. Tierre Brown prova a bucare la difesa arancione ma ottiene solo un fallo. Dalla lunetta, l'ex-Laker fa 1/2 e pareggia la contesa a 88. A 14" dalla fine Udine arriva al tiro, lo sbaglia, ma Zacchetti e il più pronto a rimbalzo e lascia andare una preghiera che viene accolta prima dal tabellone e poi, dopo un bel giro panoramico del ferro, anche dalla retina. Tempo scaduto e vittoria udinese.

Pagelle

Udine

Allen - 7: Il vecchio Pooh si sciroppa 39 minuti e segna l'high stagionale con 23 con un significativo 4/7 da tre.

Schultze - 4: Questa sera Sven è stato l'uomo in più di Varese.

Zacchetti - 6,5: Poco impiegato, ma ha il merito di mettere il canestro che conta di più.

Green - 7,5: 35 di valutazione dicono quasi tutto. Dovendo trovargli una pecca, diremmo che si è un po' nascosto nella ripresa.

Antonutti - 6,5: Per una volta Michele dà energia alla squadra con un paio di schiacciate in campo aperto e una discreta difesa.

Di Giuliomaria - 6: Meriterebbe di più per come lotta (14 rimbalzi) ma quello 0/9 pesa davvero tanto.

Vetoulas - 5: 12 silenziosi, troppo silenziosi, minuti in campo.

Penberthy - 5: Un'eventuale sconfitta avrebbe avuto lui come capro espiatorio. Pessimo al tiro fino al supplementare, quando mette 5 fondamentali punti.

Truccolo - ne

Sales - 5: Stavolta Brooks davvero non ha attenuanti. Molle, subisce in difesa la fisicità di Lloreda e per larga parte del match Pancotto gli preferisce DiGiulio.

Lovatti - ne

Stroppolo - ne

Varese

Passera - 6: Avesse vinto Varese sarebbe stato l'eroe per quello sfondamento subito.

Capin - 5: Pessima prestazione dello sloveno che, in settimana, aveva chiesto d'essere ceduto. Verrà accontentato.

Hafnar - 5: Solidarizza con il connazionale.

Marusic - ne

Melvin - 6,5: Marcus mette in difficoltà la Snaidero, colpendo dalla media distanza e da fuori. Bianchini lo dimentica a lungo in panchina.

De Pol - sv: 2' in campo per il capitano.

Galanda - 7: 16 punti e 14 rimbalzi dicono di come non abbia mai mollato.

Valenti - ne

Boscagin - 6: Se Varese resta in partita all'inizio lo deve anche ai suoi canestri.

Lloreda - 6,5: Tanto brutto quanto efficace. Talvolta pretende troppo dalle sue scarse doti tecniche.

Beck - 7,5: Si accende nell'ultimo quarto e, da solo, pareggia la partita.

Brown - 5,5: Giocatore da campetto che non coinvolge i compagni. 13 punti ma anche 6 palle perse.

Post Partita

Valerio Bianchini: Stiamo migliorando in molti settori, ma continuiamo a fare errori nei momenti topici. Questa era decisamente una partita da vincere. In settimana arriverà Delonte Holland e, probabilmente, gli farà spazio Romel Beck, anche se oggi è stato fondamentale nel secondo tempo.

Cesare Pancotto: Partita di grande tensione, che siamo riusciti a fare nostra con un grande atteggiamento difensivo e facendo le cose bene a momenti. Gestire la pressione non è facile, ma questa vittoria, oltre ai 2 punti, ci deve dare morale e fiducia per il futuro.