Error message

Il file non può essere creato.

Snaidero: sogni, prospettive e dubbi del pre-ritiro

Basket
[img_assist|nid=8779|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]Lo scrivono e lo dicono sempre tutti, quindi affrontiamo con coraggio la banalità. Il clima che si respirava giovedì 16 agosto al vernissage del raduno pre-campionato della Snaidero Udine era tipico del primo giorno di scuola.

 

Probabilmente perché, come ad ogni primo giorno di scuola che si rispetti, ci si conosce tutti e si passa il tempo tra battute, pacche sulle spalle e abbracci, e probabilmente perchè uno come DiGiuliomaria riesce sempre ad alleggerire qualsiasi situazione, magari, come è successo oggi, portando al campo d'allenamento un paio di cocomeri.
Come si diceva, i giocatori si conoscevano tutti, all'appello infatti mancavano i nuovi innesti Brooks Sales, Nate Green (in arrivo entro domenica, giorno del trasferimento in altura a Tarvisio) e Sven Schultze (il tedesco si aggregherà alla comitiva una volta terminati i campionati europei). Ah, già, c'era un giocatore nuovo, Lucian Pesoli - lo sparring partner di Penberthy quest'estate, che Ghiacci e Pancotto vogliono vedere all'opera nel precampionato prima di offrirgli un contratto - che pare più un vice-Antonutti (per altezza e tonnellaggio) che un vice-Schultze. E allora, detto del neo-arrivo, riportiamo qualche battuta presa qua e là nel corso del pomeriggio.
Nikos Vetoulas, apparso in splendida forma, confessa di essere molto contento del ritorno a Udine e ammette che l'esperienza spagnola mi è stata utile, ho potuto giocare per la prima volta in un campionato dove si corre tantissimo e ho capito che mi trovo più a mio agio in Italia o in Grecia, dove si privilegia l'aspetto tattico. Mario Ghiacci è soddisfatto della squadra che ha allestito ma mette tutti sul chivalà, perchè le squadre di medio-bassa classifica si sono rafforzate. Inoltre, il GM non esclude una conclusione a sorpresa dell'affair Lorbek, con una LegaA a 19 squadre e 3 retrocessioni.
Lunedì se ne dovrebbe sapere qualcosa di più. Tornando ai giocatori, Mike Penberthy sta bene, ha recuperato[img_assist|nid=8780|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=428] dall'operazione per la riduzione dell'ernia inguinale ed è pronto per affrontare le cure di Gigi Sepulcri, il vero protagonista di questo periodo della stagione. Al professore udinese spetterà il compito, dopo aver sistemato i motori della nazionale, di fare viaggiare a pieno regime quelli arancione. Concludiamo con Jerome Allen, il play di Philadelphia predica pazienza perchè molte squadre sono ancora incomplete ma si spinge a confessare che questo, sulla carta, è il roster più forte in cui ho mai giocato. C'è da sperare che sia proprio così. Il programma dei prossimi giorni prevede due allenamenti al giorno fino a domenica e poi lo spostamento a Tarvisio per la seconda parte del raduno.
La prima uscita ufficiale sarà in occasione del Memorial Melzi il 25 agosto a Tarvisio. Seguiranno un paio di amichevoli ancora da definire il 1° e il 2 settembre, il memorial Boz a San Vito al Tagliamento (8 e 9 settembre con Treviso, Avellino e Rieti), un quadrangolare a Caserta (il 15 e 16 settembre) e l'atteso Memorial Rino Snaidero al Carnera (22 e 23 settembre con Roma, Milano e Las Palmas). Ma, allora, sarà già vigilia di campionato.